Nuovi crolli al Colosseo, chiuso l’accesso ai sotterranei

Caduto un frammento di travertino dallo 'sperone Stern'
La redazione - 21 Ottobre 2013

E’ successo di nuovo. Il Colosseo è tornato a perdere pezzi. Questa volta a crollare, domenica 20 ottobre, è stato un frammento di travertino che si è distaccato dallo ‘sperone Stern’ precipitando nell’area esterna del monumento, nei pressi della ‘Porta Libitinaria’. Un pericolo sfiorato, per fortuna, visto che si tratta di una zona di transito per accedere alle normali visite dei sotterranei dell’Anfiteatro Flavio.

colosseolavoriPer questo, dopo le prime verifiche del caso, la Sopraintendenza ha deciso di predisporre la chiusura degli ipogei del monumento fino a data da destinarsi. Anche se rassicurano«si è trattato di un minimo distacco di un frammento di travertino sull’esterno del monumento, peraltro caduto nella fascia di sicurezza, già recintata, a ridosso della Porta Libitinaria».
Intanto è in programma un nuovo controllo delle strutture murarie dell’Anfiteatro Flavio attraverso l’utilizzo di un braccio telescopico dotato di cestello elevatore che permetterà ai responsabili della sicurezza di stabilire in quali condizioni si trova il monumento.

Sembra davvero arrivato il momento di prendersi cura della salute precaria del Colosseo, mettendo da parte le diatribe tra privati ed istituzioni, e riportando uno dei posti più visitati del nostro paese al suo antico splendore.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti