Farmacia Federico consegna medicine

Nuovo raid di vandali nel parco di Centocelle

Distrutti panchine, alberi ed una fontanella. Trovata anche un'auto bruciata
Enzo Luciani - 2 Marzo 2009

Foto dei danni al Parco di Centocelle scattate da Sergio Paoletti

A quasi tre mesi di distanza dalla devastazione avvenuta nella notte tra il 6 e il 7 dicembre, nuovo raid vandalico nel parco di Centocelle.

Con un furgone Transit rosso ignoti sono entrati nel parco hanno devastato panchine, divelto alberi, cestini dell’immondizia, la fontana, per poi finire contro un pino che hanno abbattuto fuggendo a piedi. È successo nella notte del 28 febbraio 2009, ma la scoperta è stata fatta nella mattinata del 1° marzo. L’area era stata recintata dopo il furto  di due chili di guaine di rame per il pericolo dei fili scoperti di alcuni punti elettrici ed idrici.

Nel parco, oltre al furgone privo di targa, probabilmente rubato e sul quale si stanno facendo accertamenti, è stata trovata anche una macchina bruciata. Il furgone, secondo i militari intervenuti sul luogo dovrebbe essere entrato proprio dall’adiacente campo rom. Il portavoce del campo Casilino 900 Adzocvich ha affermato a Il Messaggero: "Stiamo cercando di capire chi siano queste persone che compiono questi vandalismi. Sembra che ci sia qualcuno che voglia rovinare il buon lavoro che da tempo abbiamo intrapreso con l’amministrazione comunale".

Allo stesso giornale il consigliere Pdl del VII municipio Emiliano Corsi ha dichiarato: "Qualche settimana fa tra il Comune e il campo nomadi Casilino 900 fu firmata una dichiarazione di intenti per iniziare una bonifica del campo e poi arrivare alla realizzazione di acqua ed elettricità. E in quella sede i rappresentanti del campo rom assicurarono all’amministrazione che non si sarebbero verificti altri atti vandalici. Ci lascia perplessi questa nuova devastazione perché nonostante ci sia il protocollo di legalità i cittadini restano ancora in balia del campo nomadi".
"Non si può più andare avanti così – ha dichiarato il consigliere del Pdl Sergio Paoletti – bisogna prendere delle decisioni drastiche, non si può essere ostaggio di 200 famiglie rom.

Rocordiamo che con accesso sul lato di via dell’aeroporto di Centocelle è risorto, nell’area su cui sorgeva l’ex campo nomadi Casilino 700 (sgomberato nel 2000) un nuovo accampamento. I carabinieri alcuni giorni fa vi hanno fatto un sopralluogo per identificare alcuni stranieri.

Il video di Tvreporter.it sui danni al Parco di Centocelle

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti