Pirandelliana 2022: riparte il 7 luglio la XXVI Edizione

Con due classici: Sei personaggi in cerca di autore e I giganti della montagna
Riccardo Faiella - 3 Luglio 2022

Il tempo passa e l’avanzare degli anni lascia il segno. Ogni cosa cambia, eccezion fatta per La Pirandelliana. L’inossidabile rassegna teatrale, dedicata alle opere del grande drammaturgo di Girgenti, Luigi Pirandello, è arrivata a tagliare il traguardo del ventiseiesimo anno. Eppure è sempre splendida, giovane e attuale.

La prima il 7 luglio. L’ultima replica un mese dopo, il 7 agosto. Le due opere proposte in questa XXVI edizione da Marcello Amici e la sua compagnia, La Bottega delle Maschere, sono due classici tra i più famosi: Sei personaggi in cerca di autore (in scena il martedì, giovedì e sabato) e I Giganti della Montagna (in scena mercoledì, venerdì e domenica).

Per la prima opera, giustamente ritenuta la più famosa drammaturgia di Pirandello, che debuttò al Teatro Valle di Roma il 9 maggio 1921, la regia di quest’anno estrae i Sei personaggi in cerca d’autore, da una sequenza extratemporale proiettata dal profondo, facendo affiorare decisamente le tracce concrete di apparizioni e fantasie, che fanno parte degli automatismi psichici. Nel cercare, poi, per i protagonisti la quarta dimensione, si è avvalsa dell’incrociarsi delle battute come specchi artificiosi. Ha guardato a tutta la commedia in una unità di tempo dissociata, nella confusione di futuro, presente e passato, sperimentando la sintesi temporale-spaziale delle tele cubiste. Il vuoto del palcoscenico si allarga e varca i limiti del corpo. Diventa arresto del tempo e della vita, come se i silenzi interiori sprofondassero negli abissi del mistero, per riacquistare subito la coscienza normale delle cose e riallacciare con esse le consuete relazioni, riconnettere le idee, risentirsi vivi.

Per I Giganti della Montagna, invece, la regia risponde alla spontanea domanda sull’identità dei personaggi. Essi sono artisti dell’esistenza; professionisti della fantasia; attori. Gente sopraffina e di gusti rari, gli Scalognati. Vivono solo di capacità evocative, che svolgono sotto la guida del mago Cotrone, il quale maneggia con abilità, come Prospero nella Tempesta di Shakespeare, la stoffa di cui sono fatti i sogni. L’intera allegoria diventa per la regia una realtà immaginaria e un reale illusorio. Un grande abbozzo metafisico, una polvere d’oro che si solleva dallo stupefacente ingegno di un Pirandello che fa parlare gli angeli. Da una parte il teatro, il luogo delle finzioni. Dall’altra la fantasia che non si identifica con la scena e i suoi trucchi illusori.

PIRANDELLIANA 2022 (7 luglio-7 agosto)

Giardino di Sant’Alessio all’Aventino, piazza Sant’Alessio 23

La Bottega delle Maschere presenta:

Dar Ciriola

Sei personaggi in cerca d’autore (martedì, giovedì, sabato)

I Giganti della Montagna (mercoledì, venerdì, domenica)

con: Marcello Amici, Tiziana Narciso, Maurizio Sparano, Marina Benetti, Giovanna Pola, Fabio Galassi, Ivan Volpe, Lucilla Di Pasquale, Michele Carnevale, Mariaelena Pagano, Michele Calabretta, Marco Tonetti, Maria Pia Cardinali, Alessandra Maslennikova

Scene, disegno luci e ricerca musicale: Marcello de Lu Vrau

Costumi: Tiziana Narciso, Lucilla Di Pasquale, Gianfranco Di Berardino

Assistenti alla regia: Marina Benetti, Alessandra Maslennikova, Mariaelena Pagano

Direzione: Roberto Di Carlo

Regia: Marcello Amici

Inizio spettacoli: ore 21.15 – apertura botteghino ore 20

Biglietti: 18 euro (intero) – 15 euro (ridotto)

INFO: 06.6620987 – www.labottegadellemaschere.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti