Polizia Ferroviaria: blitz a Roma e provincia, 9 arresti e un sequestro di gioielli

Oltre 5.900 persone controllate, 4 fermate per furti a viaggiatori e un truffatore smascherato a Termini

Intensa attività da parte della Polizia Ferroviaria nel territorio di Roma e provincia: nel corso della settimana sono state identificate 5.931 persone, di cui 246 a bordo treno.

Gli agenti hanno arrestato 4 persone per furto di bagagli ai danni di viaggiatori e ne hanno denunciate altre 2 per reati simili, tra cui una per una truffa ai danni di un’anziana.

Quattro furti aggravati: gli investigatori del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio hanno condotto due distinte operazioni il 9 e il 14 giugno, arrestando 4 persone gravemente indiziate di furto aggravato. I reati sono stati commessi rispettivamente alle stazioni Termini e Tiburtina, con vittime ignari viaggiatori.

Zaino rubato sul treno: un pendolare è stato derubato del suo zaino durante il tragitto tra l’aeroporto di Fiumicino e la stazione Termini. L’autore del furto è stato denunciato in stato di libertà l’8 giugno.

Truffa sventata a Termini: nella serata del 10 giugno, un uomo proveniente da Padova è stato arrestato a Roma Termini.

Grazie alla collaborazione tra la Squadra Mobile di Padova e gli agenti della PolFer, si è scoperto che l’uomo era parte di un gruppo che aveva truffato un’anziana con la tecnica del “finto incidente del nipote”. Al momento dell’arresto, aveva con sé circa 40.000 euro di gioielli.

Presunzione di innocenza: è importante sottolineare che tutti gli indagati sono da ritenere presunti innocenti fino a prova contraria. La loro colpevolezza dovrà essere accertata con sentenza irrevocabile al termine del processo.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento