Presentato il romanzo “Di terra e d’anima”

Tra letteratura e tradizione un incontro ben riuscito curato dall'associazione 'Salento nostro' per l'opera prima di Annalaura Giannelli al Fandango Incontro
di Mariagaia Metrangolo - 2 Dicembre 2013

Il caffè letterario Fandango Incontro, location raffinata ed intellettuale da sempre luogo e motivo di incontro culturale, situato in via dei Prefetti 22  nel centro della Capitale, ha ospitato sabato 30 novembre la presentazione del romanzo di Annalaura Giannelli “Di terra e d’anima”, appuntamento organizzato dall’associazione ‘Salento nostro’.

L’opera ha ricevuto il patrocinio di Roma Capitale, Commissione Cultura del Comune di Bari, la Lega contro i Tumori di Roma, FederItalia e, come detto, dall’Associazione “Salento nostro”, che vede nella figura del presidente, Dr Antonio Russo, un rappresentante sempre attivo e ancora una volta presente e coinvolto in prima persona a favore della causa.

Di terra e d'animaIl libro pubblicato dalla casa editrice Mario Adda (Bari) narra la storia di Ginefra Terrisi, una donna dei nostri giorni che si ritrova a lottare contro una vita piena di insidie, tormentata dalle ombre del passato.
Delusa e inquieta per l’esito del suo matrimonio, Ginefra fa ritorno nella casa di famiglia a Gallipoli (Lecce) sulla meravigliosa costa ionica.
E’ in questo contesto quasi magico che il romanzo vede le sue vicende dispiegarsi tra la brezza marina e il forte vento di scirocco del sud, passando attraverso paesaggi dall’incomparabile bellezza avvolti dal profumo del mare e dai colori degli ulivi e delle campagne: echi di una tradizione forte e viva quale quella salentina.

Di terra e d anima Fandango (2)A dare il via alla serata, dopo i saluti istituzionali tra cui quello del presidente della Federazione Europea Stampa Turistica Dr. Antonio Conte, la voce di Nunzia Antonino che ha dato vita al romanzo tramite la lettura di alcuni passi; ad accompagnarla il maestro Farina che ha allietato la platea con le note tipiche della tradizione salentina e che ha reso l’evento ancora più esclusivo.

Già dalle prime righe realtà e ricordo si intrecciano tramite le parole della protagonista che alterna, fin dalle battute iniziali, la descrizione fedele di paesaggi e situazioni a frasi estemporanee riportate in quel dialetto così musicale tipico del luogo.

L’abilità dell’autrice sta nel far sentir propria la storia di Ginefra, per quanto sentita: ciò fa pensare sicuramente ad un taglio a tratti autobiografico del racconto.

Di terra e d anima FandangoLa lettura è stata intervallata da stimolanti domande, poste dalla dottoressa Mimma Piliego (presidente Rotary Club Brindisi), che hanno contribuito a far cogliere ulteriori sfumature del libro.

L’autrice racconta di sé e della propria storia, dei personaggi a cui ha dato vita, della gratitudine nei confronti dei lettori e dei presenti, della soddisfazione a livello professionale e personale.

Adotta Abitare A

Un bel esordio, questo, che dà ragione di sperare in un seguito di grande successo.

Di terra e d anima Fandango - Mingo‘Special guest’ della serata Mingo De Pasquale, noto inviato del programma “Striscia la Notizia”, che ha intrattenuto il pubblico con un intervento caratterizzato dalla tipica ironia del personaggio, il quale ha saputo trasmettere in frasi brevi e concise l’amore per la sua terra d’origine, la Puglia, filo rosso dell’intero romanzo.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti