Pulire inquinando meno si può: ecco come rendere “green” la nostra casa

V. M. - 12 Novembre 2019

A Roma siamo quasi 3 milioni di persone: un dato davvero elevato in confronto ad altre realtà metropolitane del nostro Paese che posiziona la capitale d’Italia al primo posto per densità demografica, distaccando ampiamente i livelli di Milano e di Napoli. Città, ormai da anni, fa rima con inquinamento, un connubio imprescindibile che porta a chiederci:

Quanto inquiniamo in città?

Spesso quando si parla di inquinamento si pensa direttamente alle automobili. Il nostro impatto ambientale però può riguardare diversi aspetti, a volte “impensabili”. Le caldaie ne sono un esempio, tant’è che i più elevati livelli di emissioni inquinanti si registrano frequentemente d’inverno generando anche blocchi alla circolazione.
detersivo ecologico lavatrice bucato Minimo ImpattoContinuiamo però a parlare di inquinamento “esterno” per quanto ciascuno di noi passa più tempo al chiuso, in casa o a lavoro. È qui che respiriamo gran parte della “nostra” razione d’aria quotidiana è qui che facendo delle scelte appropriate possiamo dare un contributo a contrastare l’inquinamento aiutando il Pianeta ma anche a noi stessi. Ad esempio, una categoria di prodotti con cui veniamo tutti, ma proprio tutti, a contatto più volte al giorno è quella dei detergenti e dei detersivi.
Dai vestiti ai pavimenti, dai piatti ai mobili, non vi è giornata che non si lavi qualcosa, ma vi siete mai chiesti quale sia il loro impatto sull’ambiente?

Per saperne di più abbiamo chiesto dettagli agli esperti di Minimo Impatto – azienda leader a livello nazionale sui prodotti ecosostenibili, con sede a due passi da Roma e che grazie al suo ecommerce rifornisce tutta Italia di prodotti green pensati per il noi e per l’ambiente.

Occhio a quel che compriamo!

Un calcolo rapido dell’impronta ecologica derivante dalle piccole – e affatto innocue – abitudini, con ogni probabilità ci lascerebbe a bocca aperta.
In casa o fuori casa, che sia in ufficio, al ristorante, in lavanderia o in altri esercizi commerciali, non possiamo infatti fare a meno di consumare prodotti come solventi, detergenti, sgrassatori, spurganti, bagnoschiuma per le pulizie degli ambienti di lavoro o semplicemente dei luoghi in cui abitiamo.

Negli ultimi anni, tuttavia, l’opinione pubblica ha rivolto ai temi ambientali un’attenzione sempre crescente, sensibilizzata dalle continue notizie relative ai cambiamenti climatici e agli effetti nocivi sulla salute dei prodotti inquinanti. Tra questi, spiccano per pericolosità di contaminazione dell’ambiente i prodotti impiegati per la detersione casalinga, poiché in gran parte contengono tensioattivi di origine petrolchimica.

Sono emerse, così, nuove soluzioni create per contrastare gli effetti nocivi delle nostre cattive abitudini capaci di tendere la mano a chi deve fare i conti con la pulizia di cucine, bagni, aule scolastiche, atelier, trattorie e via dicendo. Stiamo parlando dei detersivi e detergenti ecologici biodegradabili ed eco-sostenibili, soluzioni a minimo impatto che salvaguardano i mari, rispettando l’ambiente e strizzando l’occhio al concetto di risparmio e anti-spreco.

Lavare, sciacquare, detergere e pulire… facciamolo eco-friendly!

detersivo ecologico casa ufficio ecommerceIn commercio esistono ormai molte alternative eco-friendly rispetto ai tradizionali detersivi, saponi e detergenti e il cui impatto sull’ambiente è sensibilmente inferiore. Certo, per far sì che l’ecosistema venga rispettato al meglio l’ultima parola spetta a noi, chiamati ad effettuare le giuste scelte quando decidiamo di acquistare i prodotti che servono per pulire.
Le confezioni risparmio a base di acido citrico e percarbonato, sono un ottimo esempio in questo senso: comprare detergenti e detersivi concentrati o in polvere, infatti, aiuta a ridurre gli imballaggi di plastica e a utilizzare meno prodotto ad ogni lavaggio.
Provate ad aggiungere un po’ di acqua al prodotto super concentrato e scoprirete che diluiti renderanno come diversi litri di detersivi in flacone.

Questo è tanto vero per la detersione di pavimenti e superfici di diversi materiali quanto per i lavaggi in lavatrice o in lavastoviglie, ai quali è giusto dedicare un capitolo a parte: i prodotti che usiamo per donare freschezza ai nostri indumenti e per la pulizia dei piatti che usiamo per mangiare, richiede spesso un’attenzione particolare, poiché servono a igienizzare beni che vengono usati sia dagli adulti che dai più piccoli.

E’ allora necessario che i detersivi usati per sciacquare, gli ammorbidenti per fare il bucato in lavatrice o a mano, o, ancora, i saponi per i piatti siano non solo ecologici e biodegradabili ma anche ipoallergenici, rendendoli adatti persino a coloro che hanno pelli sensibili e molto delicate.

Prestando attenzione a questi particolari contribuiremo ogni giorno alla salvaguardia dell’ambiente e della nostra casa e aiuteremo a ri-pulire anche la nostra Terra.

V. M.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti