Dar Ciriola asporto

Scarpe rosse per dire che “Chi ti mena non ti ama”

La marcia di Chauvet raggiunge anche il Giardino di Largo Irpinia
di Elisa Bellotti - 31 Ottobre 2013

Mercoledì 30 ottobre 2013, disposte in maniera simbolica sul marciapiede di viale Irpinia presso il civico 30 decine di paia di scarpe rosse da donna e poi foto, volti di ieri e di oggi che hanno vissuto, costruito , subito, combattuto la storia, una storia di violenza, scritta dagli uomini.
Appena fuori dalla porta della Sala del Giardino di largo Irpinia che dalle ore 16:00 ha ospitato l’iniziativa promossa dallo Spi Cgil e dal Coordinamento Donne di Roma Est -Valle dell’Aniene, in collaborazione con il V Municipio del Comune di Roma, tra foto di donne impaurite e slogan contro il femminicidio si legge ”La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti”.
Nel 2009 nella città di Ciudad Juárez nel nord del Messico Elisa Chauvet ha realizzato la sua prima istallazione collettiva dedicata alla lotta alla violenza sulle donne: centinaia di Scarpe rosse, (Zapatos Rojos) una marcia silenziosa che percorre e diventata un simbolo in tutto il modo.

Scarpe Rosse

Scarpe Rosse (1)Scarpe, perché talvolta è proprio esclusivamente da queste che è stato possibile effettuare il riconoscimento della vittima; rosse, come il sangue, come una passione insana e violenta.

Ha preso parte all’iniziativa l’intera Commissione delle Elette del Municipio V che nella mattina dello stesso 30 ottobre ha ottenuto in Consiglio l’approvazione unanime della proposta di risoluzione contro la violenza sulle donne. Al Consiglio e poi all’incontro pomeridiano le Consigliere hanno partecipato indossando maglie che riportano un messaggio chiaro, semplice, ma di fondamentale importanza: “Chi ti mena non ti ama” . Un monito per tutte le donne, perché trovino il coraggio di denunciare atti di violenza fisica, ma anche psicologica e smettano di giustificare i colpevoli.

Scarpe Rosse (3)Scarpe Rosse (2)Sono intervenute durante l’incontro Mina Celloni del Coordinamento Donne SPI Nazionale, Patrizia Faraone Responsabile Coordinamento Donne della Sesta Lega, Annamaria Cubeddu Responsabile Coordinamento Donne SPI Roma Lazio, Emilia Mostatelli del Coordinamento Donne SILP CGIL , Lucia Triches della Segreteria della CdL Roma est Valle Aniene, Ilde Loreti dell’Associazione onlus L’altro volto delle donne, Patrizia Sabatino Responsabile del Coordinamento Donne SPI Roma Est Valle dell’Aniene e Francesca Guadagno Presidente della Commissione delle Elette del V Municipio.

Scarpe Rosse PalmieriTra gli intervenuti anche il Presidente del Municipio Giammarco Palmieri che ha ribadito con forza l’importanza di una lotta continua severa contro ogni forma di violenza sulle donne.

L’intervento più commovente è stato invece quello di “Mamma Rosa”, testimone delle violenze subite dalla propria figlia e rimaste impunite. Rosa ha avanzato la proposta di creare in Italia un Tribunale specifico che giudichi i casi di violenza sulle donne, composto da persone che abbiano ricevuto una formazione adeguata e specifica. Tutti i presenti hanno, infatti, sottolineato la necessità a Roma, come in tutta Italia, di “educare” la cittadinanza a riconoscere la violenza sulle donne, a rifiutarla e a combatterla.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti