“Scegli il Contemporaneo. La rivoluzione siamo noi”, la XI edizione 

Da giugno a settembre estate romana ricca di visite guidate e animate, workshop, incontri di formazione e didattica
Patrizia Miracco - 30 Giugno 2021

Questa estate la cultura romana non si ferma. È ripartito da sabato 26 e domenica 27 giugno al MuCiv – Museo delle Civiltà – Museo Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini” un ricco programma di eventi culturali che si concluderà il 30 settembre.

Il progetto “Scegli il Contemporaneo. La rivoluzione siamo noi”, curato da Elena Lydia Scipioni, è giunto quest’anno alla sua XI edizione con una serie di novità rispetto alle edizioni precedenti, attività differenziate per i diversi pubblici: Art weekend, workshop, visite guidate, incontri di formazione didattica rivolti ad adulti, pubblico sordo, bambini, operatori culturali.

I luoghi coinvolti in questa costante sinergia di proposte, sono il MuCiv – Museo delle Civiltà – Museo Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini”, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, il MIAC – Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema, il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma e Cinecittà si Mostra- Istituto Luce Cinecittà, il MAXXI Museo nazionale delle Arti del XXI secolo.

Nucleo del progetto è il ciclo di formazione Rivoluzioni di idee: pratiche e metodologie per una didattica attiva a cura di Serena Giulia Della Porta e destinato a insegnanti e operatori culturali, che avrà luogo a settembre in alcuni musei della capitale. Esperti di didattica dell’arte contemporanea, educatori museali e artisti, sono invitati alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, al MAXXI Museo nazionale delle Arti del XXI secolo, al MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma e a Cinecittà si Mostra – Istituto Luce Cinecittà, per condividere le più aggiornate visioni della comunicazione dell’arte, in un’ottica di scambio e di sviluppo professionale interdisciplinare e di coinvolgimento attivo. L’obbiettivo è quello di riflettere sul ruolo del museo e della didattica dell’arte come strumenti per la crescita e lo sviluppo delle competenze professionali nell’adulto e personali nel bambino.

Quest’anno per la prima volta anche gli incontri di formazione saranno in LIS (Lingua Italiana dei Segni) e allo stesso modo le visite guidate coinvolgeranno il pubblico sordo con l’obbiettivo di rendere accessibile a sempre più persone il patrimonio culturale di Roma.

Le attività didattiche degli Art weekend sono dedicate agli adulti e ai bambini; i partecipanti avranno l’opportunità di diventare protagonisti di “un’azione creativa” e partecipata attraverso visite animate, workshop ed esperienze pratiche e laboratoriali.

La progettazione delle attività didattiche è ideata da Zelda De Lillo, esperta di didattica dell’arte e del cinema con un’esperienza in progetti educativi basati sulla narrazione e sulla partecipazione.

Adotta Abitare A

Il progetto prevede l’app gratuita di “Scegli il Contemporaneo” che è aggiornata con nuovi percorsi narrativi e interattivi per il pubblico dedicati a una selezione delle attività svolte nei musei aggiornato sui contenuti di tutte le edizioni precedenti con la possibilità di ascoltare racconti inediti di artisti, scrittori, registi e divulgatori scientifici, e sperimentare attività laboratoriali per conoscere il patrimonio culturale e artistico di Roma.

Il titolo dell’iniziativa “La rivoluzione siamo noi” è liberamente ispirato all’omonima opera del 1972 dell’artista tedesco Joseph Beuys (1921-1986), una fotografia che lo ritrae mentre avanza con decisione verso l’osservatore, firmata dall’artista e con lo slogan “La rivoluzione siamo noi”, propone arte e creatività come mezzi rivoluzionari di liberazione e di cambiamento.

In linea con la mission di “Senza titolo”, che da anni opera come ponte tra la scuola e i musei in dialogo con le eccellenze professionali del territorio, il progetto intende dare un ruolo centrale all’individuo e alla collettività, con lo scopo di riflettere sul ruolo da affidare alla cultura e alla didattica nel nostro Paese.

Tutti gli eventi sono gratuiti e comprendono il biglietto d’ingresso al museo qualora previsto.

La prenotazione è obbligatoria ed è solo via mail: eduroma@senzatitolo.net fino a esaurimento posti.

Info: tel. 349/5202151; www.senzatitolo.net

Facebook @senzatitolo.progetticultura

Instagram @senzatitolo.progetticultura

Youtube Senza titolo – Progetti aperti alla cultura


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti