“Scegli il Contemporaneo. Ti Racconto Roma”: narrazione in digitale

Produzione di arte contemporanea in nove appuntamenti
Patrizia Miracco - 28 Dicembre 2020

Nove appuntamenti digitali che parlano di arte, poesia, letteratura, illustrazione e musica. Si tratta di percorsi narrativi condotti da Valerio Millefoglie e trasformati in video da Domenico Catano che vedono protagonisti Valerio Magrelli, Claudio Morici, Marco Raparelli, Dj Baro, Chiara Rapaccini, Alessandro Piangiamore e il duo Mook.

“Scegli il Contemporaneo – Ti racconto Roma”, è una piattaforma
culturale nomadica, un progetto a cura di Elena Lydia Scipioni, che dal
2017 realizza una rete di rimandi e collegamenti tra le proposte culturali
della scena artistica contemporanea di Roma, mettendo in relazione
figure professionali di diversi ambiti di formazione e pubblici differenti con i luoghi di Roma.

In particolare, oggi lunedì 28 dicembre, alle ore 17.00, ci sarà un Laboratorio digitale “Storie segrete di oggetti e materiali dell’arte” in modalità classroom-
La visione del video-racconto dedicato ad Alessandro Piangiamore è il presupposto per scoprire il processo creativo dell’artista ed entrare in contatto con le diverse materie, i colori e le memorie particolari che si nascondono nelle sue opere. L’immaginario poetico di Piangiamore diventa il punto di partenza per guardare con occhi nuovi ad alcuni oggetti del quotidiano, selezionati dai partecipanti per diventare protagonisti di speciali memorie e narrazioni emotive.

Questo progetto interdisciplinare e intermuseale offre un nuovo sguardo sulla città, promuove una fruizione partecipata della cultura contemporanea e pratiche di cittadinanza attiva.

Una piattaforma che amplifica la sua eco e abbatte tutte le distanze geografiche: i contenuti degli incontri digitali conducono il pubblico negli studi degli artisti, in luoghi culturali della città, nei musei di Roma diventando contenuti digitali per tutti seppur a distanza: parole e immagini attraversano storia e luoghi di Roma attraverso lo sguardo e le voci di quelle persone che vivono la città quotidianamente.

Sono inoltre in programma laboratori didattici digitali, a cura di Zelda De Lillo, pensati per portare l’arte contemporanea nelle case dove si trovano i bambini con le loro famiglie. La proposta di didattica a distanza prevede tre laboratori in modalità classroom dedicati ad alcuni protagonisti: Chiara Rapaccini, in arte Rap, Alessandro Piangiamore e Marco Raparelli.

Gli incontri online verranno realizzati attraverso classroom a numero chiuso in cui i partecipanti saranno coinvolti in un racconto ricco di suggestioni visive, audio e sonore per poi rielaborare attraverso esercizi e sperimentazione diretta i contenuti acquisiti.

Per partecipare occorre inviare una mail a eduroma@senzatitolo.net indicando nome, cognome e data dell’incontro a cui si desidera partecipare.

Adotta Abitare A

I due progetti satelliti sono:

– Mappatura partecipata in digitale a cura di Serena Giulia Della Porta.
La mappatura è pensata come un ipertesto interattivo fatto di parole, suoni, immagini per narrare la Roma contemporanea, disponibile dal 31 dicembre 2020 sulla web app di “Scegli il Contemporaneo”. È un work in progress, che mette in relazione alcuni luoghi della città e i protagonisti del progetto per dare spazio a racconti aperti ed estemporanei.

– Audio documentario, dedicato all’incontro con Mook. Un reportage realizzato con il giornalista Valerio Millefoglie che proporrà curiosità e domande dei bambini e verrà trasmesso da Radio Perepepè, la radio per i bambini, fatta insieme ai bambini. L’audio documentario sarà disponibile come podcast direttamente dalla web app di “Scegli il Contemporaneo” e sul sito di “Senza titolo”.

Il progetto triennale, vincitore dell’Avviso Pubblico “Contemporaneamente Roma 2020-2021-2022”, fa parte di ROMARAMA 2020 il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale.

Info:

“Senza titolo” – Progetti aperti alla Cultura www.senzatitolo.net
Facebook: senzatitolosrl
Instagram: senzatitolo_srl
Youtube: Senza titolo – Progetti aperti alla cultura
Per informazioni: tel. 349/5202151; www.senzatitolo.net


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti