SGOMBRO – il varietà, al Torlonia cinque serate di teatro comico 

Con Nano Egidio, Davide Grillo, Claudio Morici, Daniele Parisi, Gioia Salvatori, Ivan Talarico e altri
Bruno Cimino e Bruna Fiorentino - 12 Maggio 2021

Con la riapertura dei teatri fiorisce anche la Stagione del Teatro Torlonia, un monumentale scrigno di bellezza che, a partire dal 14 maggio fino al 2 luglio per cinque venerdì e con una speciale serata conclusiva, offrirà al pubblico e alla vita del quartiere il percorso di proposte, eventi e spettacoli articolato nel pensiero del Cantiere dell’immaginazione e che si animerà nel cuore verde di Villa Torlonia.

Il nuovo viaggio nel ritrovato spettacolo dal vivo comincia con il ciclo di sei appuntamenti del popolare e originale teatro comico del collettivo dell’underground romano Sgombro, che in una manciata di stagioni ha radunato attorno a sé un gruppo di autori-attori, drammaturghi e performer tra i più interessanti della scena romana, affrontando i grandi temi del presente – la precarietà, il senso dell’arte e Roma, città resistente e geniale in perenne decadenza – a colpi di sferzante comicità e spiazzante ironia.

Dopo il varietà radiofonico in tre puntate Sgombro – il podcast, immaginato nell’ambito del palinsesto digitale #TdRonline, per un discorso sul presente fatto di chiusure e isolamento, sempre con uno sguardo laterale e divertente, e dopo il contribuito anche nel format kafkiano Metamorfosi Cabaret, ecco il ritorno sul palcoscenico con dieci lavori che si avvicenderanno nelle sei serate dal vivo dal titolo Sgombro – il varietà per immergersi nelle forme e pluralità spettacolari che mutano dallo stile classico alla sperimentazione, passando per il teatro canzone e la performance.

Si inizia venerdì 14 maggio (alle ore 19) con l’appuntamento speciale fra parole e canzoni PANE AI CIRCENSI di e con Andrea Cosentino, attore autore e comico Premio speciale Ubu 2018, e Lucio Leoni, poliedrico musicista e compositore elettroacustico, che dopo la collaborazione per il brano Mi dai dei soldi di Leoni sviluppato sulla base del monologo Pane ai circensi di Cosentino, mischiano ora le proprie esperienze sul palcoscenico. Parole e canzoni si alternano in una serata che è sia musica che teatro, ponendo al centro del lavoro il tentativo di mettere in discussione la convenzione, il rituale, la sacralità dell’evento “dal vivo” in un momento storico in cui proprio questa “normalità” di aspettative sembra crollare e in cui le proporzioni del rapporto scenico vanno necessariamente rielaborate.

La programmazione di SGOMBRO si affaccia sull’estate e prosegue con il doppio appuntamento di venerdì 21 maggio con Gioia Salvatori che riflette e ritratta su miti e disastri del sentimento d’amore in CUORO, passando in rassegna sé stessa per rinarrare favole e modelli femminili cercando per ogni conclusione una nuova via di fuga; mentre Luisa Merloni incontra Aristotele in metropolitana per discutere della donna contemporanea in ARISTOTELE’S BERMUDA. O delle nuove categorie prêt-à-porter, affrontando con ironia le sfide grandi e piccole con cui gli esseri umani si devono confrontare.

Venerdì 28 maggio appuntamento con il monologo tragicomico sul tradimento WANDERWOMAN scritto e diretto da Arianna Dell’Arti, e con Paola Michelini, per raccontare il bizzarro percorso di una donna costretta a fare i conti con il lato osceno di sé e riuscire a voltare pagina dopo un tradimento.

Venerdì 4 giugno nuovo doppio appuntamento con la BELLA BESTIA di e con Francesca Sarteanesi e Luisa Bosi, per una produzione Officine della cultura che ferma il tempo e inverte i giorni e le feste comandate; mentre il senso della vita spiegato al figlio è il centro del lavoro di Claudio Morici in 46 TENTATIVI DI LETTERA A MIO FIGLIO, fra comico e drammatico, biografico e fiabesco.

Venerdì 11 giugno è la volta dei monologhi, canzoni, poesie e dialoghetti amorali di LA VITA È BELVA di e con Daniele Parisi e Ivan Talarico, in uno spettacolo tragicomico che gli autori portano in scena, sgretolando le certezze ma ostinandosi a cercare una vita migliore nel posto sbagliato.

Centro Commerciale Primavera Saldi 2023

Venerdì 18 giugno si chiude questo percorso con lo sperimentale e anarchico LUISA, UNO SGUARDO OLTRALPE. Teatronovela con attori, pupazzi e umorismo di e con Marco Ceccotti, Simona Oppedisano, Francesco Picciotti, che raccoglie il materiale comico più sperimentale e anarchico che il collettivo Nano Egidio ha scritto in quasi dieci anni di carriera; mentre Davide Grillo con IL TEMPO STINGE. Brevi monologhi contro l’affanno attraversa una serie di riflessioni sullo scorrere del tempo.

La rassegna vedrà la sua conclusione il 2 luglio con una serata in cui tutte le artiste e gli artisti torneranno sul palco in un grande spettacolo a più voci.

INFO

TEATRO DI ROMA_ Lungotevere Vittorio Gassman (già Lungotevere dei Papareschi) – Roma

Teatro Torlonia_ Via Lazzaro Spallanzani, 1A, 00161 Roma RM

tel. 06.684.000.311/314 _ www.teatrodiroma.net

Per godere delle rappresentazioni al meglio e in totale sicurezza, in tutti i nostri teatri sarà possibile acquistare posti singoli o posti in coppia.
Al momento dell’accesso in sala sarà richiesta un’autodichiarazione:
– clicca qui per stampare il modello Posti singoli
– clicca qui per stampare il modello Posti congiunti

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti