Silvano Toti Globe Theatre: stagione 2020

Il 29 luglio si alza il sipario del teatro elisabettiano di Villa Borghese, per regalare un'altra entusiasmante stagione per tutti gli appassionati delle opere di Shakespeare
Riccardo Faiella - 25 Luglio 2020

Un nemico invisibile ha ritardato la stagione teatrale del Globe Theatre, ma non è riuscito a fermarla. Mercoledì 29 luglio si alza il sipario dell’incantevole struttura in legno di quercia dell’unico teatro elisabettiano d’Italia.

Gigi Proietti, direttore artistico e padre geniale del Globe, ha vinto la sua scommessa. Nonostante tutto, parte la XVII stagione del teatro shakespeariano. E la prima opera in programmazione non a caso è Venere e Adone (29 luglio-2 agosto, ore 21.15), con la regia di Daniele Salvo, che ha curato anche la traduzione e l’adattamento. Il testo fu scritto dal Bardo dell’Avon durante la peste di Londra del 1593, che causò, come adesso, la chiusura dei teatri.

Il secondo spettacolo, dal 6 al 23 agosto, è una commedia eufuistica, ricca di figure retoriche immaginifiche, che fa ormai parte del Globe e lo identifica sia sotto l’aspetto artistico e scenografico che emotivo e sentimentale: Sogno di una notte di mezza estate. La regia è quella originale dell’indimenticabile Riccardo Cavallo. La traduzione è opera di Simonetta Traversetti.

11 e 12 agosto, sempre alle ore 21.15, Canzoni, un concerto spettacolo di Germano Mazzocchetti e Nicola Fano. La supervisione artistica è di Marco Carniti.

18 e 19 agosto e 15, 16, 22 settembre Le opere complete di Shakespeare in 90 minuti, diretto e interpretato da Fabrizio Checcacci, Roberto Andrioli e Lorenzo Degl’Innocenti. Una sfida teatrale, un’immersione leggera e stravagante nel mondo shakespeariano, un omaggio divertito e divertente al grande drammaturgo.

I due gentiluomini di Verona, altra commedia eufuistica in scena dal 27 al 30 agosto. La regia è di Andrea Baracco. Il lavoro teatrale introduce una grande novità, ovvero la collaborazione tra Politeama Teatro di Roma e l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio D’Amico. In scena i giovani attori dell’Accademia che faranno un nobile debutto davanti al pubblico del Globe Theatre.

Dal 2 al 6 settembre Shakespea Re di Napoli, per la regia di Ruggero Cappuccio. Spettacolo fortemente voluto dal direttore artistico Gigi Proietti..

La stagione si conclude con La dodicesima notte (11-13, 17-20 e 23-27 settembre). Regia, traduzione e adattamento di Loredana Scaramella.

L’offerta non si ferma agli spettacoli in cartellone. Il 7 settembre si terrà il Murmat Short Film Festival, dedicato ai corti cinematografici. E per i più piccoli tra agosto e settembre due spettacoli in scena in tarda mattinata (ore 11): Riccardino terzo e Le tre streghe di MacBeth. La regia di entrambi i lavori è di Gigi Palla. Chi sarà?

 

Riccardo Faiella


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti