Tavola rotonda sul linguaggio di Campanile per la “Campaniliana 2019”

Con Francesco Sabatini, Giancarlo Governi ed Emilia Costantini il 29 settembre all’Auditorium della Casa delle Culture e della Musica di Velletri
Redazione - 5 Agosto 2019

Anche quest’anno la rassegna nazionale “Campaniliana”, dedicata allo scrittore, sceneggiatore e giornalista Achille Campanile, si presenta agli appassionati, ai lettori e agli addetti ai lavori con un ricco bagaglio di novità. Il lavoro della Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura e del Comitato Scientifico ha lavorato ad una terza edizione strutturata diversamente, sia per contenuti che per appuntamenti, al fine di rendere sempre più interessante e coinvolgente l’iniziativa.

Prima novità riguarda il convegno, in programma il 29 settembre 2019 alle ore 18.00 presso l’Auditorium della Casa delle Culture e della Musica di Velletri. Il tema portante del dibattito e dell’intera iniziativa sarà quello del linguaggio scritto, trasmesso e parlato con ospiti di primissimo livello del panorama culturale nazionale.

Porteranno il loro fondamentale contributo sul tema, in relazione all’opera di Achille Campanile, il lessicografo, giornalista, scrittore e presidente onorario dell’Accademia della Crusca professor Francesco Sabatini. Sull’aspetto teatrale, invece, interverrà la nota firma del “Corriere della sera” e critica Emilia Costantini. In merito al rapporto tra la televisione, il pubblico e la lingua italiana sarà preziosa la testimonianza dello scrittore, autore televisivo e giornalista Giancarlo Governi. Ai tre prestigiosi ospiti si aggiungerà il consueto ricordo biografico di Gaetano Campanile e il saluto del presidente della Giuria del Premio Nazionale Teatrale Arnaldo Colasanti.

Proprio il Premio, dopo la chiusura del bando, vede impegnati i giurati nella lettura dei tanti copioni (oltre sessanta, per un dato che conferma il livello delle prime due edizioni).

L’opera vincitrice, che dovrà essere inedita e di genere umoristico, sarà premiata domenica 13 ottobre alle ore 18.00 al Teatro Artemisio-Gian Maria Volontè nell’ambito della serata di chiusura della “Campaniliana”, con la rappresentazione della commedia vincitrice dell’edizione 2018, “Eden” del regista Adriano Bennicelli. Inoltre anche quest’anno la rassegna si pregia del patrocinio del MIBAC, ministero per i Beni e le Attività Culturali: un riconoscimento importantissimo, che lo scorso anno fu concesso al progetto e che, tra i tanti eventi patrocinati, vede come unica iniziativa a Velletri e ai Castelli proprio la “Campaniliana”. Non resta che seguire gli aggiornamenti e le novità sul sito ufficiale www.campaniliana.ite sulla pagina facebook “Campanile”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti