Tiburtino III. Con tuta antipioggia, casco e mascherina rapina negozio di animali

Trentunenne arrestato dalla Polizia di Stato
Redazione - 13 Aprile 2020

Una tuta antipioggia, indossata nonostante la calda giornata primaverile, usata da un 31enne per celare il proprio abbigliamento durante una rapina.

C.E. , queste le iniziali del rapinatore arrestato dalla Polizia di Stato, era conosciuto dagli investigatori del commissariato san Basilio, diretto da Agnese Cedrone, che da alcuni giorni lo stavano “monitorando” con discrezione.

Nel primo pomeriggio i poliziotti lo hanno  incrociato a bordo di uno scooter, sempre con indosso la tuta antipioggia, nelle vicinanze di via della Serenissima; anche il ragazzo ha riconosciuto gli agenti ed ha iniziato una pericolosa fuga ma è stato bloccato in via Mammucari.

I poliziotti hanno faticato non poco a fermare definitivamente C.E. il quale, con un grosso cacciavite in mano, ha provato a fuggire anche a piedi.

È stato poi accertato che il giovane, pochi istanti prima di incontrare la polizia, aveva rapinato un negozio di articoli per animali ed in tasca aveva i 550 euro che era riuscito a rubare minacciando il cassiere con il cacciavite.

Durante la rapina, come impresso nelle immagini della videosorveglianza, C.E. indossava, oltre alla tuta antipioggia, un casco ed una mascherina chirurgica.

Il ciclomotore è risultato poi essere stato rubato poco prima.

Al termine delle incombenze di rito il rapinatore è stato accompagnato a Regina Coeli e messo a disposizione della Magistratura.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti