“Tor Bella Monaca Teatro Festival”: estate romana all’Arena

21 spettacoli in 45 giorni: dal classico al contemporaneo, da commedie brillanti all’operetta, reading e one woman show, per una riapertura coinvolgente
Camilla Dionisi - 1 Luglio 2021

Il giorno 1 luglio 2021, alla Sala Grande del TBM, è stata presentata la nuova stagione dell’Arena Estate, uno spazio pieno di speranza per la riapertura dei luoghi culturali e fondamentali per l’incontro tra cittadini.

Il Direttore del Teatro Tor Bella Monaca, Filippo D’Alessio, spiega: “Finalmente si è fatto un lavoro di prospettiva, la delibera, e si è stabilito un concetto fondamentale: il teatro deve essere aperto. L’incarico che ci è stato dato è di tre anni e ci ha permesso di garantire la qualità della proposta, di investire: l’amministrazione pubblica impegna sul Teatro Tor Bella Monaca il denaro dei cittadini, che va speso per dare allo spettatore qualità, servizi. Riteniamo che anche il biglietto sia un grande simbolo per dare qualità al pubblico e a chi frequenta le nostre sale, qui per vivere momenti di cultura. Questo seme è stato piantato e ora sta fiorendo.”

Secondo Roberto Romanella, presidente del Municipio VI: “c’era chi addirittura applaudiva alla chiusura del teatro durante la pandemia. Come si fa ad applaudire alla chiusura di un luogo che fa cultura? Ci siamo preoccupati, ai tempi, che questo spazio rifiorisse ma anche che l’Arena tornasse operativa.  C’è stato un grosso lavoro, anche dagli uffici centrali di Roma Capitale, per riaprire questi spazi culturali, fondamentali a Tor Bella Monaca. Aspettiamo anche la riapertura della sala cinema e ce ne stiamo occupando. Portare cultura a Tor Bella Monaca significa azzerare attività meno edificanti che esistono qui nel quartiere”.

Alessandro Benvenuti, direttore artistico del Teatro Tor Bella Monaca, interviene così: “mi auguro che la ripartenza sia senza freno. Abbiamo paura, in questo ambiente, di creare nuove produzioni, perché è davvero importante creare focolari di vita. Non c’è miglior terreno di questo luogo, Tor Bella Monaca, visto con sospetto, come se fosse generatore del male di questa città. Qui c’è del bene. L’incontro porta sempre cultura e l’Arena ne è il simbolo, qui c’è tanto entusiasmo”.

Lorenza Fruci, assessora alla Crescita culturale, sostiene che: “nessuno deve essere lasciato indietro. Le istituzioni culturali hanno vissuto n momento difficile, perché sono andati avanti con le loro gambe. È fondamentale riuscire a fare rete col territorio e le realtà culturali presenti in questi luoghi”.

L’Arena Estate apre la stagione con “Panico ma rosa”, i giorni 4 e 5 luglio, spettacolo scritto durante il Lockdown da Alessandro Benvenuti: un vero e proprio diario che racconta l’isolamento obbligatorio di un autore attore privato del palcoscenico. Segue “Donna di Samo (Samia)”, da Menandro, i giorni 8, 9 e 15 luglio. Roberto Zorzut spiega che è l’archetipo di ogni tipo di commedia e prevede l’uso delle maschere basati sui modelli originali ritrovati nella necropoli di Lipari.

Per il programma del “Tor Bella Monaca TEATRO FESTIVAL” e l’Arena Estate, è possibile consultare il sito http://www.teatriincomune.roma.it/teatro-tor-bella-monaca/ .

Dar Ciriola

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti