Farmacia Federico consegna medicine

Tor Sapienza, premiazione della seconda edizione del Concorso Letterario “Un Sorriso per Federica”

Il 29 ottobre 2013. La piena soddisfazione del Presidente Onorario dell’Associazione Planet Onlus. Francesco Figliomeni
Redazione - 29 Ottobre 2013

Il 29 ottobre 2013 nella Sala Giovanni Paolo II° della Parrocchia San Vincenzo dè Paoli a Tor Sapienza si è svolta la manifestazione di premiazione della II edizione del Concorso Letterario “Un Sorriso per Federica”.

“A nome del Direttivo e di tutti i Volontari dell’Associazione esprimo vivo apprezzamento per la sapiente organizzazione del II° Concorso Letterario”. È quanto dichiara in una nota il Presidente Onorario dell’Associazione Planet Onlus, Avv. Francesco Figliomeni, in merito alla perfetta riuscita dell’evento organizzato congiuntamente all’Itis Giovanni XXIII e che è culminato con la premiazione di decine di studenti e con la donazione di un defibrillatore all’Istituto comprensivo “Alberto Manzi” di via del Pigneto.

“La partecipazione al Concorso di tantissime scuole,- non solo del nostro territorio visto che era presente anche una folta delegazione giunta appositamente dall’Istituto comprensivo di Laureana di Borrello distante circa 700 km., – ha dichiarato ancora il Fondatore di Planet Onlus – dimostra l’ottimo lavoro svolto dai docenti dell’Itis Giovanni XXIII e la valenza culturale dell’evento a cui hanno preso parte anche tantissimi cittadini oltre che varie personalità e le Autorità Istituzionali”.

“Oramai – ha aggiunto Figliomeni – sono tantissimi anni che Planet Onlus sta portando avanti un impegno incessante sulla prevenzione cardiologica sia tramite la sensibilizzazione dell’opinione pubblica ma soprattutto con atti concreti quali, ad esempio, la donazione di decine di defibrillatori, di un Eco-cardiografo al Presidio sanitario di Lunghezza ed i controlli gratuiti per la popolazione offerti durante giornate di prevenzione cardiologica”.

“Anche dopo la recente legge che prevede l’obbligo per le società sportive di munirsi di un defibrillatore – ha concluso il Presidente Onorario di Planet Onlus – è necessario che lo Stato intervenga più compiutamente: 1) evitando di caricare ulteriori costi a carico delle già povere società sportive dilettantistiche; 2) prevedendo l’obbligo del defibrillatore in tutti i luoghi di massima aggregazione; 3) diffondendo in modo capillare la cultura della formazione all’utilizzo dello strumento salvavita”.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti