“Tutelare Parco Casa Calda, bene paesaggistico”

Lo dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni, Daniele Rinaldi e Christian Belluzzo
Redazione - 17 Giugno 2019

“La Capitale presenta sul suo territorio numerose bellezze paesaggistiche poco note, che necessitano di una salvaguardia attraverso dei vincoli dei Beni Culturali. E’ il caso del Parco di Casa Calda, ubicato tra Torre Maura e l’Alessandrino, che a distanza di 44 anni dall’esproprio da parte della Regione Lazio per farne un parco comunale, otto ettari di verde sono stati riacquistati dal precedente proprietario, ovvero il Capitolo della Basilica Patriarcale di Santa Maria Maggiore. Un luogo di grande bellezza che purtroppo si dibatte tra diverse problematiche, a cominciare dal mancato vincolo archeologico a causa di sentenze e contenziosi. In alcune porzioni di questo polmone verde sono presenti degli archi dell’acquedotto oltre ad alcuni casali che sorgono lungo quella che è conosciuta come “via francigena”, la strada che nel Medioevo era percorsa dai pellegrini diretti verso Gerusalemme.

“Dobbiamo anche ricordare che in questa area del Parco di Casa Calda il Comune di Roma ha investito circa un milione di euro per la ristrutturazione dei diversi casali presenti, di cui uno è adibito a centro anziani con ben 1250 iscritti, che purtroppo non hanno la giusta tutela e considerazione. Vista l’importanza di quest’area, abbiamo predisposto una mozione per far attivare il Sindaco presso gli uffici competenti sollecitando il Ministero dei Beni Culturali e le Sovrintendenze, affinché venga reintrodotto il vincolo archeologico e paesaggistico dell’intera area, al fine di scongiurare attività speculative. Abbiamo altresì chiesto di intervenire per la salvaguardia dei servizi sociali espletati all’interno del Centro Anziani Casa Calda, che rischiano di cessare il loro utile servizio ai cittadini della terza età, oltre che far riattivare le procedure di esproprio di tutta l’area ritornata di proprietà del capitolo della Basilica Patriarcale di Santa Maria Maggiore per motivi di pubblica utilità”.

È quanto dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni vice presidente dell’Assemblea Capitolina, Daniele Rinaldi, coordinatore del partito in V Municipio, e Christian Belluzzo consigliere municipale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti