“Un papà per tutti” in scena al Teatro degli Audaci

La Compagnia degli Audaci porta sul palco una interessante commedia che tocca in maniera leggera temi molto attuali della società dei giorni nostri
Manuel Marchetti - 18 Marzo 2017

Continua in maniera brillante la stagione teatrale presso il Teatro degli Audaci, sito nel quartiere Bufalotta nel III Municipio, con la sua compagnia più rappresentativa. Questa volta in scena è stata portata una commedia di John Tremblay intitolata “Un papà per tutti” (dal 2 marzo al 19 marzo). La regia è a cura di Flavio De Paola, attore protagonista nello spettacolo nel ruolo di Matteo.

 

Lo rappresentazione nonostante la sua leggerezza, figlia di una comicità espressa molto bene dall’intero cast (Flavio De Paola, Maria Cristina Gionta, Marina Pedinati, Antonella Rebecchi, Enrico Franchi, Antonio Coppola), tocca punti molto importanti come quello dell’adozione di un figlio. La complessità, l’oceano di ostacoli burocratici per arrivare ad adottare una vita e donarle amore, la corsa ad ostacoli più simile ad un’asta a chi ha il conto in banca più sostanzioso o le pseudo caratteristiche giuste di famiglia.

Usiamo il termine pseudo caratteristiche perché spesso questa facciata da “famiglia Mulino Bianco” maschera un ambiente insano dove crescere. Oltre questo grande argomento si tocca anche un punto ancora più grande, ovvero quello delle adozioni per due persone dello stesso sesso, le adozioni gay in sintesi. Il capitolo qui è vastissimo e le fonti di pensiero molteplici e va rispettata ogni idea se è supportata da una tesi logica e con delle fondamenta di pensiero.

Purtroppo il “cogito ergo sum” ormai è andato un po’ perduto e spesso ci è capitato di sentire “le adozioni gay non si possono fare perché il bambino verrebbe deviato o confuso” (sfidiamo chiunque a dire che non ha mai assistito a questa locuzione). De Paola in questa commedia tocca in maniera netta l’argomento ma con leggerezza, si denota una chiara idea anche se non viene espletata in forma elementare.

 

Insomma una commedia per tutti, proprio come quel papà in scena, perché fa ridere e fa riflettere, tanto. Una commedia che aiuta ad aprire la mente ed uscire da certi stereotipi; in questo il teatro è un mezzo potentissimo  e molto sottovalutato dalla società odierna (purtroppo). Non è la prima volta che seguiamo spettacoli della Compagnia degli Audaci ed ogni volta rimaniamo piacevolmente colpiti.

Per chi non avesse mai assistito ad una loro esibizione l’invito è quello di provare perché se ne evince la passione pulsante ed ardente per quel palco. In conclusione ci appropriamo di una citazione che Flavio De Paola utilizza a chiusura di ogni spettacolo: “senza pubblico non c’è teatro e senza teatro addio civiltà.” Non serve aggiungere altro.

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti