Valentino Haute Couture torna a Roma

E sceglie Cinecittà per la sfilata della sua collezione autunno inverno per la stagione 2020/2021
Alice Sola - 22 Luglio 2020

La storica maison capitolina “Valentino”, sceglie Roma per presentare la sua collezione autunno inverno per la stagione 2020/2021. Dopo anni di sfilate a Parigi, la casa di moda finalmente è tornata, il 21 luglio 2020, a Roma.

Dimentichiamo le classiche passerelle parigine, gli ospiti e le fotografie. Le misure di sicurezza richieste dal Covid19, hanno riportato la vera creatività dell’alta sartoria ad essere protagonista. Gli studi di Cinecittà con la loro storia e la loro magia hanno fatto da contorno a una vera e propria performance, un film che ha unito due mondi (apparentemente) distanti: l’artigianale e il digitale.

L’obiettivo di Pierpaolo Piccioli – direttore artistico della maison – era proprio quello di raccontare il mondo dell’artigianato attraverso piattaforme digital.  Lo spettacolo è stato, infatti, trasmesso in diretta dagli studi di Cinecittà su tutti i canali ufficiali di Valentino.

Sulle note di FKA Twigs e con le immagini girate negli storici studi di Cinecittà, inizia lo spettacolo. Un momento di buio e poi la luce: le modelle fluttuano nell’aria, sospese nel vuoto su altalene o hula hoop mentre le luci abbracciano i metri di stoffa candidi. Creazioni favolose, scintillanti e vaporose. Gli abiti bianchi tra piume e centinaia di metri di ruches, prendono vita con giochi di luci e appaiono iconici.

Le modelle sono metà statue e metà angeli, con un attitudine elegante e circense allo stesso tempo. Alle loro spalle, uno schermo proietta una citazione di Pasolini “Non vogliamo essere subito già così, senza sogni”.

Piccioli ha voluto concludere proprio con un messaggio di speranza ed ottimismo per il mondo della moda, che sta subendo una vera e propria rivoluzione in questo momento così duro. Guardare al futuro tornando alle origini, tornando a casa.

Bentornato a Roma, Valentino.

 

Alice Sola


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti