Via Salviati, installati new jersey per impedire il traffico di merce illegale

I vigili: "il campo trasformato in un centro di smistamento". Il Comitato Tor Sapienza denuncia: "fermate i roghi tossici"
Redazione - 18 Febbraio 2015

Nuovo intervento della Polizia di Roma Capitale nel campo rom di via Salviati. Nella mattina di martedì 17 febbraio, gli uomini dei gruppi Tiburtino e Casilino – dopo le continue segnalazioni degli abitanti della zona e dei comitati di quartiere di Tor Sapienza e di via Giorgio Morandi – hanno dato il via alle operazioni provvedendo al posizionamento di blocchi di cemento (new jersey) su ambedue i lati di via Sansone, nel tratto da via Salviati verso via Collatina, per impedire il parcheggio dei furgoni utilizzati per facilitare il traffico merci.

campo rom via salviatiProprio la pratica di reperimento di rifiuti dai cassonetti ha trasformato il campo in un vero e proprio centro di smistamento.

“Nel tempo si è venuto a sviluppare un intenso traffico di movimentazione di merce illegale – hanno spiegato i vigili – dove rifiuti di tutti i tipi vengono accumulati, smontati, scomposti nelle parti preziose e vendibili: alluminio, rame, motori di elettrodomestici, creando un intenso e fruttuoso mercato illegale di scambio e vendita di materiali”.

L’accumulo di rifiuti ha creato anche un intasamento del sistema fognario, al cui interno sono stati trovati pezzi di motore, legno, plastiche, sassi e persino una forcella di un motorino. Senza, ovviamente, tralasciare l’ormai famosa pratica dei roghi tossici – uno dei problemi più gravi del quartiere – anch’esso derivante dal tentativo di separare i materiali, portando ad una situazione di forte inquinamento ambientale sia dell’aria che del terreno divenuta ormai l’incubo dei residenti.

Infatti, il Comitato Tor Sapienza ha fatto sapere che a poche ore di distanza dal blitz davanti all’ingresso del campo è stato appiccato un nuovo “immane rogo tossico, puzzolente con fumo nero e acre”.

A questo punto non resta che chiedersi: quando finalmente si potrà soddisfare l’unica richiesta dei cittadini? Ovvero, quella di “tornare ad una vita normale, in cui la legalità e il rispetto dell’ambiente, non sia solo una definizione da vocabolario”.

La Sposa di Maria Pia

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti