10 Giugno 58 a.C. … Roma Antica, si svolge la Battaglia del fiume Arar

Almanacco di Roma a cura di Stefano Crivelli - 10 Giugno 2017

Il 10 Giugno del 58 a.C. si svolge la Battaglia del fiume Arar (l’attuale fiume Saona): è il secondo episodio importante della Conquista della Gallia da parte della Repubblica Romana.

Gaio Giulio Cesare ottiene la vittoria sugli Elvezi che tentano una migrazione verso la penisola italica.

Cesare, quando apprese dagli esploratori che gli Elvezi avevano già traghettato tre quarti delle truppe e che circa un quarto restava al di qua del fiume Arar […], partito dal campo con tre legioni, raggiunse quella parte che non aveva ancora traghettato il fiume. Li assalì mentre erano carichi dei loro bagagli all’improvviso. Ne uccise una moltitudine mentre gli altri scappavano, nascondendosi nei vicini boschi. Questa parte degli Elvezi si chiamava cantone dei Tigurini […] mentre l’intera nazione degli Elvezi è divisa in quattro cantoni […] dopo questo combattimento, costruì un ponte sull’Arar per raggiungere le altre truppe degli Elvezi. E così fece passare dall’altra parte le legioni […]” (Cesare, De bello Gallico)

Accadde il 10 Giugno

1654      Muore lo scultore Alessandro Algardi. Fra le opere più interessanti si possono indicare la Statua in bronzo di Innocenzo X (Palazzo dei Conservatori), la Pala con l’incontro di Papa Leone I e Attila e la Tomba di Leone XI (entrambi in San Pietro).

1911      Inaugurazione dello Stadio Nazionale al Flaminio.

1924      Il deputato socialista Giacomo Matteotti scompare, rapito sul lungotevere Arnaldo da Brescia da una squadraccia di fascisti guidata da Amerigo Dumini, su probabile mandato di Mussolini, con la complicità del capo della polizia Emilio De Bono.

1934      L’Italia vince il Campionato del mondo di calcio allo Stadio Nazionale di Roma, superando in finale la Cecoslovacchia.

1981      Un bambino di sei anni, Alfredo Rampi, cade in un pozzo artesiano della frazione di Vermicino, rimanendo incastrato: morirà dopo quattro giorni di agonia.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti