10 ottobre 2013, giornata nazionale sfratti Zero

Il Primo Municipio approva mozione sulle emergenze abitative. Cioffari, Argilli e Manca (Consiglieri SEL): “Il Municipio I al fianco dei cittadini fragili”
Redazione - 10 Ottobre 2013

Oggi 10 ottobre 2013 è la “Giornata nazionale Sfratti Zero”. Celebrata in oltre 50 città italiane, è stata indetta per la prima volta nel 2012 per sensibilizzare alle emergenze abitative, ed è già diventata un appuntamento nazionale. Nella capitale, alle ore 11.30, in via Palestro 68, sede dell’Unicef, verrà presentato un dossier sugli sfratti e sui minori.”

Foto GMT

Foto GMT

Alla presenza di associazioni e movimenti per il diritto alla casa e all’abitare il Consiglio del Municipio Roma I Centro, riunito in seduta straordinaria presso la sede di Circonvallazione Trionfale, ha approvato una mozione sulle emergenze abitative.

Mauro Cioffari, Jacopo Maria Argilli e Graziella Manca, Consiglieri SEL Municipio I Roma Centro e firmatari della mozione a sostegno della Giornata nazionale Sfratti Zero, dichiarano in una nota: “la città di Roma Capitale e il territorio del nostro Municipio vivono una drammatica precarietà abitativa, frutto dell’assenza di politiche abitative pubbliche basate sul fabbisogno reale dei cittadini”.

“I valori del mercato delle locazioni e la crisi economica”, aggiungono Cioffari, Argilli e Manca (Consiglieri SEL Municipio I Roma Centro), “hanno fatto registrare un aumento vertiginoso degli sfratti per morosità contribuendo alla conflittualità tra le parti, affittuari e locatari, che vedono lesi i rispettivi diritti sanciti dalla Costituzione della Repubblica italiana”.

“I dati relativi alla nostra città sono drammatici”, ribadiscono Cioffari, Argilli e Manca (Consiglieri SEL Municipio I Roma Centro).
“Ogni anno sono emesse dal tribunale circa 7000 sentenze di sfratto di cui oltre l’80 per cento dovuti a morosità incolpevole. Il Centro di Roma si presenta come il territorio con la più alta concentrazione, sia a livello cittadino che nazionale, di persone senza fissa dimora e di soggetti che hanno subito sfratti”.

“Con l’approvazione della mozione discussa oggi in Municipio abbiamo invitato il Sindaco di Roma”, aggiungono Cioffari, Argilli e Manca (Consiglieri SEL Municipio I Roma Centro), “a prevedere procedure amministrative e stanziamenti adeguati che favoriscano il passaggio da casa a casa dei soggetti fragili sottoposti a sfratto esecutivo, per morosità incolpevole, secondo il sistema di mediazione sperimentato positivamente, dal 2009, proprio nel Municipio I Roma Centro, con l’Ufficio Nuove Fragilità Sociali”.

“E’ necessario inoltre”, concludono Cioffari, Argilli e Manca (Consiglieri SEL Municipio I Roma Centro), “che il Governo nazionale riconosca come improrogabile l’avvio di politiche strutturali sul tema della casa uscendo dalle politiche emergenziali sostenendo programmi di edilizia residenziale pubblica a canone sociale. Utile, a tal fine, procedere con l’ausilio dei Municipi e la partecipazione attiva dei cittadini, di associazioni, comitati, sindacati, ad effettuare un monitoraggio che serva a verificare l’esistenza di immobili pubblici, anche del demanio civile e militare, attualmente inutilizzati, al fine di agevolare la gestione delle maggiori emergenze abitative intervenute”.

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti