Diramazioni urbane e i suoi cinque poeti al Pentatonic

Domenica 4 dicembre 2016 si è svolta la presentazione dell'Antologia con Anna Maria Curci, Vincenzo Luciani, Davide Cortese, Fernando Della Posta, Viviana Scarinci, Michela Zanarella
Redazione - 6 Dicembre 2016

Presso l’Associazione Culturale “Villaggio Cultura – Pentatonic” in viale Oscar Sinigaglia, 18/20 a Roma Laurentina domenica 4 dicembre 2016 si è svolta la presentazione dell’Antologia Diramazioni urbane (Edizioni Cofine 2016) e l’incontro con gli autori delle poesie antologizzate nel libro: Davide Cortese, Fernando Della Posta, Viviana Scarinci, Michela Zanarella. Assente giustificato Michele Ortore.

cortese

Davide Cortese

della-posta

Fernando Della Posta

Dar Ciriola asporto

La serata è stata introdotta da Vincenzo Luciani che ha illustrato lo scopo fondamentale della collana Aperilibro che è quella di propagare il virus della poesia soprattutto fra i non addetti ai lavori, attraverso volumetti di appena 32 pagine, tascabili, dal prezzo irrisorio, proponendo tuttavia poeti di qualità come ad esempio Achille Serrao, Roberto Pagan, Vincenzo Scarpellino ma anche poeti molti dei quali ancora inediti come nel volume che contiene 12 poeti nei dialetti di Roma e del Lazio e da ultimo i poeti racconti nell’antologia Diramazioni urbane, curata da Anna Maria Curci.

 
zanarella

Michela Zanarella

La Curci ha così spiegato la scelta del titolo: “Per questo Aperilibro, che raccoglie testi inediti di cinque poeti nati tra il 1973 e il 1987, la ragione della scelta sta in un ulteriore dato che li accomuna, accanto a quello della vicinanza anagrafica: tutti e cinque risiedono a Roma, provenienti da luoghi di origine che abbracciano e oltrepassano la penisola – dal Veneto di Michela Zanarella a Lipari di Davide Cortese. Qui, con sensi e versi destati alla lezione di Seamus Heaney – «I began as a poet when my roots were crossed with my reading» («Ho cominciato ad esser poeta quando le mie radici si sono incrociate con le mie letture»)–,  Davide Cortese, Fernando Della Posta, Michele Ortore, Viviana Scarinci, Michela Zanarella hanno dato vita a un ‘innesto’ felice, originale e diversificato,  tra radici e letture”.

scarinci

Viviana Scarinci

Sono seguite le letture dei testi, molto applauditi, e che il pubblico ha potuto seguire tenendo gli occhi sulle pagine degli opuscoli e ascoltandoli dalla viva voce dei giovani poeti.

Ai quali Anna Maria Curci e Vincenzo Luciani hanno augurato un avvenire di successo.
Maggiori informazioni in

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti