Parco Centocelle. Ecco lo studio di fattibilità approvato

La proposta vincitrice del Bilancio Partecipativo 2019, curata da Alessandra Noce
Comunità Parco Pubblico di Centocelle - OdV - 20 Luglio 2022
Pubblicato sul sito del Comune di Roma lo studio di fattibilità che muove dalla proposta vincitrice del Bilancio Partecipativo 2019, curata da Alessandra Noce
Dallo studio emerge che sono state recepite molte delle indicazioni della proposta avanzata, in particolare quelle relative all’identificazione di 3 itinerari tematici nel Parco di Centocelle e alla riqualificazione delle aree per favorire la socialità e la fruibilità del Parco.
Un appunto riguarda la fattibilità di tutti gli itinerari, interpretati come alternativi tra loro e non complementari, speriamo che sia solo un primo step e che ci saranno altri stanziamenti per la realizzazione di tutti e tre.
È ovvio che la riqualificazione dell’area accessibile al pubblico da Via Casilina non possa essere svincolata da un intervento globale di bonifica delle due aree attigue, come quelle promiscue alla Palmiro Togliatti e alla “Tagliata” presso il tunnel.
Ci auguriamo quindi che la Soprintendenza Speciale valuti positivamente il tutto dando il nulla osta al progetto. Solo così potrebbe partire una gara d’appalto per la realizzazione dello stesso utilizzando lo stanziamento previsto di 470.000 euro.
Il Bilancio Partecipativo, ricordiamo, è uno strumento di democrazia diretta, in virtù del quale i cittadini hanno il diritto di decidere come spendere una parte del bilancio pubblico.
Speriamo che questo diritto venga rispettato, come pure sia garantito il diritto di ogni cittadino alla fruizione del patrimonio ambientale e culturale del proprio territorio, così come previsto dalle normative nazionali ed europee.
Una nota a riguardo del percorso verso Via Papiria, secondo noi sarebbe auspicabile ma come si mette con la proprietà delle aree? Da quello che sappiamo sono private. Temiamo che l’alternativa più fattibile sarà quindi quella che collegherà l’attuale percorso verso la Villa della Piscina e l’uscita su Via di Centocelle, attraverso il secondo stralcio che è l’area in attesa di essere coinvolta dai lavori di recupero della Villa e di sistemazione come da vecchio bando andato poi in aria per fallimento della ditta vincitrice. La matassa è parecchio intricata
Ringraziamo ancora quanti si sono adoperati e si adopereranno affinché il pieno valore culturale, storico e ambientale del Parco di Centocelle. venga finalmente riconosciuto.
Qui il documento ufficiale in attesa di nulla osta.
La Sposa di Maria Pia

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti