L’abusivismo commerciale è un virus

Redazione - 14 Novembre 2013

“Un virus diffuso, insidioso e altamente distruttivo che colpisce tutti i settori, solo pochi ne sono immuni”. Così il presidente di Confcommercio Giuseppe Roscioli ha definito il fenomeno dell’abusivismo commerciale nel corso del convegno “Legalità mi piace”, in cui l’11 novembre 2013 sono stati divulgate le statistiche sul mercato dell’illegalità nella Capitale.

Un problema temuto dai commercianti quasi al pari con la depressione economica, come sostenuto dagli oltre 83 commercianti e artigiani intervistati da Maria Giovanna Tarullo e Vincenzo Luciani all’interno del libro “Storie del commercio e dell’artigianato locale” edito da Cofine.

Un excursus tra le straordinarie vicende ultraventennali di aziende piccole, ma combattive che ogni giorno lottano contro le avversità del commercio locale (le imprese operano nell’ex VII municipio). Nel volume sono pure ricordate, anche se in modo non esaustivo, quelle che si dovute piegare alle crudeli dinamiche del mercato, chiudendo i battenti.
Il libro si potrà a breve reperire anche online qui avendo così anche la possibilità di usufruire del buono sconto per Amazon offerto da questo sito.

Ecco un estratto dell’intervista ai titolari del Mondo dell’Arte di Centocelle che descrive la piaga dell’abusivismo commerciale “… i commercianti non vengono tutelati in alcun modo. Noi soffriamo molto del posizionamento quotidiano di ambulanti abusivi davanti la nostra vetrina che finiscono quasi per nascondere quello che noi esponiamo…”

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti