Al via il progetto #TBQresidenze febbraio-marzo 2021

Cinque progetti di teatro e un bando per due compagnie di danza
Redazione - 19 Gennaio 2021
Oggi il Teatro Biblioteca Quarticciolo sente l’urgenza di incrementare la sua funzione di spazio di ospitalità rivolto alla scena contemporanea, a sostegno di artiste/artisti attualmente impegnate/i in processi di creazione. In quest’ottica la Direzione introduce dal 2021 #TBQresidenze, un progetto di residenze rivolto alle produzioni in fieri che, a causa della recente pandemia, non hanno ancora trovato compimento e necessitano di ulteriori fasi di ricerca e composizione per raggiungere una sintesi finale.
Il TBQ diviene così un luogo attraversato da artiste/artisti che ne usufruiscano per processi destinati a debuttare anche altrove. Sul versante della drammaturgia contemporanea siamo lieti di supportare: Antonella Questa (con Francesca Innocenti) che, nel suo progetto Affari di famiglia, continua la sua indagine su come il passaggio di consegne del potere e della gestione, risulti essere il momento più delicato e più temuto all’interno di una famiglia proprietaria di azienda; Andrea Cosentino, Giuseppe Gatti, Alessandra De Luca, con drammaturgia sonora e musica dal vivo di Lorenzo Lemme e la collaborazione artistica di Dario Aggioli, in Fake Folk, mirano alla riconquista critico-carnevalesca della piazza e della socialità rituale (progetto speciale 2021 del Teatro Biblioteca Quarticciolo); Simone Perinelli, Ian Gualdani, Susannah Iheme e Alessandro Sesti ci accompagnano nel viaggio di quattro anime attraverso cinque possibili incarnazioni nel nuovo progetto de Leviedelfool, ANIMA! cinque paesaggi; Carmelo Alù dirige Marco Quaglia su movimenti di Chiara Taviani in Woyzeck! di Georg Büchner nella riscrittura di Letizia Russo non più presentata come generica storia di follia, ma come una storia di possessione; Lucio Leoni e Jacopo Dell’Abate con Prospettiva 19 iniziano il lavoro di costruzione di un monologo sonoro tra teatro e concerto, dal teatro di narrazione al recitar cantando fino al rap.
Inoltre, il Teatro istituisce un bando che prevede la messa a disposizione dello spazio e della dotazione tecnica residente oltre al supporto di personale addetto mediante due residenze creative orientate al settore danza che si svolgeranno entro il mese di marzo negli spazi del TBQ. La residenza è assegnata tramite una call rivolta ad artiste e artisti italiani e internazionali e avrà durata di 6 giorni al cui termine è prevista una restituzione, anche parziale, del lavoro realizzato. 
In accordo con la Direzione del TBQ verrà realizzato un contenuto nel formato consentito dalle disposizioni vigenti in materia di prevenzione sanitaria da Covid-19. 
Scarica il bando e gli allegati: https://www.tbqvoices.com/tbqresidenze/

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti