Allagamenti: servono interventi definitivi contro mareggiate ed esondazioni del Tevere

La richiesta è dei consiglieri Pd Giuseppe Sesa, Massimiliano Valeriani e Enzo Foschi
di C.T. - 9 Dicembre 2008

Puntualmente, quando arriva il maltempo l’acqua irrompe nelle case e mette a rischio la vita delle persone che vi abitano – sottolineano Giuseppe Sesa, Massimiliano Valeriani e Enzo Foschi consiglieri Pd rispettivamente del XIII municipio, del Comune e della Regione – è il momento di avviare un programma di interventi concordati ed urgenti. 

I gravissimi allagamenti che si sono verificati di recente nei quartieri dell’entroterra e all’Idroscalo di Ostia ripropongono con forza il tema della sicurezza idraulica nel XIII municipio.”
“Negli anni – proseguono – ci si è limitati ad intervenire con soluzioni tampone, realizzando barriere asfittiche e incontinenti. Negli ultimi giorni, poi, si assiste alla triste passerella elettorale – ad uso e consumo degli organi di stampa – degli amministratori locali che preannunciano grandi cose. In particolare l’Idroscalo si trova ad affrontare ogni anno la duplice minaccia delle mareggiate e delle esondazioni del Tevere.

Eppure, nel 2000 due ingegneri dell’Università ‘La Sapienza’ di Roma stesero un progetto di messa in sicurezza definitiva della foce del Tevere. L’operazione prevedeva un costo di appena 300.000 euro, pressappoco quello che il Comune spende ogniqualvolta deve ospitare gli sfollati negli alberghi e nei residence. Il rifacimento degli argini sui due fronti e l’abbattimento dei manufatti a rischio rappresentano le priorità di natura urbanistica. Per quanto riguarda gli abitanti, invece, occorre procedere regolarizzando chi vuol rimanere e assegnando un alloggio popolare a chi vuole andare via.”

“Oltre ad appoggiare la richiesta di calamità naturale avanzata dal centrodestra – continuano i tre – il PD chiederà l’istituzione di un tavolo tecnico tra Comune e Regione – allargato agli enti di tutela competenti – per affrontare in via definitiva il risanamento dell’Idroscalo, sia sotto il profilo della messa in sicurezza idraulica, sia per quanto riguarda la regolarizzazione dei residenti.”

“Mi impegno sin da ora affinché la Regione Lazio affronti questa delicata e annosa questione – promette Foschi – convocando magari un tavolo tecnico-istituzionale per capire quale sia la strada migliore da percorrere per dare a queste famiglie delle risposte reali in merito alla propria sicurezza e incolumità. Sono troppi anni che vivono nell’incertezza e con l’arrivo del maltempo si trovano in situazione di emergenza e disagio. Non possono più essere lasciati soli.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti