AMA: scarichi abusivi, rimossi frigorifero su strisce blu e poltrona dentro a cassonetto

Zaghis: “Domenica 19 luglio appuntamento straordinario con la raccolta gratuita degli ingombranti nei municipi pari”
Redazione - 17 Luglio 2020

Non si fermano gli abbandoni illeciti di rifiuti ingombranti su suolo pubblico, fenomeni di inciviltà che deturpano il decoro cittadino e a volte si manifestano con forme e modalità “originali”.

All’interno di un cassonetto in via Aristide Sartorio, a Tor Marancia, il personale AMA in servizio sul territorio si è trovato di fronte a una maxi poltrona conficcata in un cassonetto stradale divelto, mentre in via Aurunci, nel quartiere San Lorenzo, un frigorifero colorato di grossa taglia, evidentemente proveniente da un’attività di ristoro o mescita, era stato scaricato all’interno delle strisce blu stradali che delimitano la sosta a pagamento.
In entrambi i casi gli oggetti ingombranti sono stati già rimossi.

Nelle ultime ore, le strutture Ama operative sul territorio hanno segnalato la presenza di materiali di grossa taglia in altre aree della città.

Tra questi lo “scheletro” di un divano letto in via Matilde di Canossa (II municipio), materassi in viale Marconi, via del Trullo e via Pian Due Torri oltre a residui di mobilio ed elettrodomestici in via Mondolfo e via Grimaldi (XI municipio).

In tutti i casi sono già state attivate le procedure per effettuare a breve gli interventi mirati di rimozione.

Lo comunica in una nota AMA.

Purtroppo una minoranza di incivili, siano essi svuota-cantine, ristoratori irresponsabili o altri ‘soliti ignoti’, continua a non rispettare le regole, abbandonando su strada materiali di ogni genere – commenta l’Amministratore Unico di Ama Stefano Zaghis –  

Con il supporto di Roma Capitale, e in particolare del Nucleo Ambiente e Decoro della Polizia Locale, prosegue l’impegno costante nel contrastare scempi che danneggiano i tanti cittadini che conferiscono correttamente i propri rifiuti.

Per questo, domenica 19 luglio abbiamo organizzato un appuntamento straordinario con la raccolta gratuita ‘Il tuo quartiere non è una discarica’ in tutti i municipi pari: un’occasione per dare un servizio di prossimità all’utenza, ma anche per collaborare tutti a diffondere una maggiore sensibilizzazione su questi temi”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti