Giano abbigliamento sportivo

Belluzzo (Fd’I / ACE): Il parco dei Caduti di Marcinelle a la Rustica ha bisogno di manutenzione 

Redazione - 19 Novembre 2021

È necessario un sopralluogo dell’Assessore Ambiente del Municipio Roma V e ben venga anche dell’Assessore Ambiente Comunale, nel Parco dei Caduti delle Marcinelle nel Quartiere La Rustica, dove ancora non è stata nemmeno rimessa la targa Toponomastica in ricordo della tragedia avvenuta in Belgio. A corredare il tutto, panchine rotte, fontanelle chiuse, alberi non più ripiantati, area cani senza acqua ed auto parcheggiate in alcune porzioni del parco.

Nel Quartiere di Roma La Rustica è presente il Parco  dedicato  ai  Caduti  della  tragedia  di Marcinelle, detto “Parco caduti di Marcinelle di Via Casalbordino”, compreso tra Via Galatea, Via Casalbordino, e la Circ.ne Orientale, simbolo  universale di  dignità  e sacrificio  in  cui  bruciarono  vivi  262 minatori,  dei  quali  136  italiani, per questo dobbiamo avere un profondo rispetto per quest’area verde la cui manutenzione, compresa la pulizia della stessa, è in capo alla Struttura che ha tale area in consegna e ne detiene la gestione, che in questo caso è il Servizio Operativo Municipale (S.O.M.) Roma V, territorialmente competente, afferente alla Direzione Gestione Territoriale del verde del Dipartimento Tutela Ambiente.

Nell’estate del 2019 fu effettuata una potatura del verde verticale, ed in tale occasione furono rimossi alcuni pini, ma a tutt’oggi tali alberature non sono mai state sostituite con altri pini o con altri alberi, ed inoltre alla fine della potatura furono lasciati dei tronchi, che non sono stati mai portati via e sono ancora lì.

Incontriamo nel nostro sopralluogo il signor Dario in compagnia del suo amato Spillo, un simpatico angioletto col quale frequenta insieme a tantissimi altri, l’area ludica per cani presente nel Parco di Marcinelle. Dario ci fa subito presente che all’interno dell’area cani non è presente una fontanella, di vitale importanza per il benessere dei nostri fedeli amici.

Ci addentriamo nel parco, e notiamo pure che sarebbero necessari interventi di sfalcio e pulizia dell’area.

L’impianto di irrigazione è inesistente, e troviamo tre fontanelle chiuse, anzi di una di queste sono rimasti solo alcuni segni tangibili della sua presenza, e bisognerebbe ripristinarle quanto prima contattando il Dipartimento Infrastrutture e la U.O. Impianti Tecnologici del Dipartimento, oltre che ACEA ATO2.

 

Alcune panchine rotte avrebbero bisogno di riparazione.

Purtroppo riscontriamo ancora che la targa della toponomastica che si era rotta diverso tempo fa, ancora non è stata ripristinata, e sarebbe invece importante farlo quanto prima in memoria dei 136 italiani e di tutte le persone uccise da un incendio l’8 agosto 1956 nella miniera di carbone Bois du Cazier di Marcinelle, in Belgio. Questo era il punto dove un tempo era presente la targa commemorativa, oggi vuoto.

L’area verde da Via Galatea è completamente accessibile anche alle auto, così che spesso, data la carenza di parcheggi e la mancanza di una qualsiasi chiusura, sia esso il guardrail, un recinto o un cancello, si trasforma in parcheggio.

Crediamo opportuno che il Municipio Roma V si attivi quanto prima, sia con l’Assessorato Ambiente che con la Commissione Ambiente Municipale, e possibilmente pure con l’Assessorato Comunale, magari indicendo una riunione di Commissione in cui ricevere il Dipartimento Ambiente, per risolvere le situazioni descritte del Parco caduti di Marcinelle di Via Casalbordino, a La Rustica.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti