Sport Incontro tutto per lo sport

Belluzzo (Fd’I): Chiesta verifica problematiche sulla sicurezza della bike-line Prenestina

Redazione - 23 Settembre 2021
“Pur essendo favorevole alla mobilità sostenibile e convinto dell’importanza del trasporto intermodale, quindi anche dell’uso di biciclette e monopattini per spostarsi in città – afferma in un comunicato Christian Belluzzo Consigliere FDI del Municipio Roma V crediamo che alcune situazioni siano molto poco sicure e purtroppo la numerosità degli incidenti e dei litigi che si hanno lungo la bike-line Prenestina, confermerebbero queste ipotesi”.
“A tal proposito – continua Belluzzo – ho chiesto chiarimenti al Comando di Polizia di Roma Capitale del Municipio Roma V, attraverso questa nota che riporto qui, assieme a due foto di esempio di due situazioni pericolose di interferenza tra pedone e ciclista in concomitanza dei secchioni AMA, o negli incroci di immissione dalla Prenestina verso le strade laterali, che attraversano la bike-line, che però è usata al 99% dai ciclisti anche in questi punti ad una velocità pazzesca”.
“Servirebbe – conclude Belluzzo – a mio giudizio, o rimuovere completamente la bike-line, o almeno regolamentare questi incroci con degli stop o dare precedenza per i ciclisti e affini, e lo stesso in concomitanza con i secchioni ama.
Di seguito la nota inviata alla Polizia Locale.
Oggetto: inoltro Christian Belluzzo Consigliere Municipio Roma V – Verifica problematiche relative alla sicurezza della bike-line Prenestina – Municipio Roma V
Spett.li

  Polizia Roma Capitale

– U.O. V Gruppo

Salve,

si richiedono gentilmente verifiche riguardo la sicurezza relativa alla bike-line Prenestina:

1) stato dei collaudi e verifiche documentazione per l’uso, se sia già completamente utilizzabile come invece accade da sempre.

2) stato della segnaletica orizzontale e verticale, ed incongruenze eventuali con le altre modalità di veicolazione o anche pedonale.

3) uso improprio della byke-line: usata da motorini, scooter e moto, e da monopattini e biciclette spesso contromano.

4) pericolosità per i pedoni in concomitanza dei secchioni AMA. A Titolo di esempio allego immagine dei secchioni presenti in Via Prenestina 174, anche se la stessa cosa accade lungo tutto il percorso ove ci sono secchioni, in cui i ciclisti e chi va sui monopattini in maggioranza va ad alte velocità rischiando e divenendo rischio per altri, come è già successo, e che come stava succedendo anche poco prima della immagine che vi ho inviato. In caso di incidente tra pedone che sta gettando la monnezza ed il ciclista, di chi è la colpa? Come evitare ciò?

5) pericolosità degli incroci: tutti gli incroci in cui è presente la bike-line Prenestina sono pericolosissimi in quanto l’autoveicolo che si accinge a svoltare, si trova con ciclisti o altri mezzi, come monopattini, che sfrecciano a velocità esagerate in questi incroci, e spesso la visuale di questi incroci è pari a zero, per cui anche l’automobilista più prudente è soggetto al pericolo di fare un incidente con le biciclette che sfrecciano a tutti gli incroci. A tal proposito si chiede una valutazione di instituire il per i soli ciclisti, monopattini, ecc, usufruitori della bike-line, il “dare precedenza” o lo “stop” per la carreggiata della bike-line, dato che è ormai stato verificato che ciclisti ed altri che usano la bike-line, in concomitanza degli incrocio li attraversano a grande velocità, incroci con passaggi e strisce pedonali, fatte per i pedoni e quindi senza le dovute accortezze tecnica per le interferenze tra ciclista e automobile, date le evidenti differenze di velocità tra ciclista e pedone. A titolo di esempio, allego immagine di Via Prenestina incrocio con Via Guglielmo Albimonte, l’auto sulla Prenestina che si accinge ad accedere in  Via Guglielmo Albimonte, si ritrova le biciclette ad alta velocità mentre si accinge anche a passo d’uomo ad ingressare Via Albimonte, con visibilità pari a zero a causa, come detto dell’alta velocità delle biciclette o dei monopattini. Si chiede la possibilità per tutte queste situazioni che si ripetono in tutti gli incroci della Prenestina per entrambi i sensi di marcia di valutare la sicurezza degli stessi, ed eventualmente valutare la possibilità di uno stop o dare precedenza a chi percorre la bike-line (ciclista, monopatino, ecc), in maniera che rallentino.

6) Un valutazione sulla sicurezza sulla intera bike-line e possibilità in caso di eccessiva mancanza di sicurezza, di interdire tale bike-line fino ad eventuale messa in sicurezza o rimozione della stessa, al fine di tutelare i rischi di incidenti tra pedone e ciclista/monopattino, automobilista e ciclista/monopattino.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti