Bonificato un bosco di Villa Ada per “Puliamo il Mondo”

Mappa dei punti di degrado del parco e di Monte Antenne. A cura dell'Osservatorio Sherwood
Redazione - 21 Settembre 2019

Cinquanta grandi sacchi di spazzatura sono stati riempiti questa mattina dai volontari dell’Osservatorio Sherwood, dell’Associazione Sotterranei di Roma e da semplici cittadini che, nell’ambito delle iniziative promosse da Legambiente Lazio per “Puliamo il Mondo”, hanno bonificato i resti di un accampamento abbandonati nel bosco del lago storico di Villa Ada dopo lo sgombero effettuato prima dell’estate. Sono stati rimossi anche rifiuti tossici e nocivi (in particolare sette batterie di auto) che rischiavano di inquinare l’ecosistema del parco o di innescare pericolosi incendi.

Con l’occasione l’Osservatorio Sherwood ha aggiornato il monitoraggio della Mappa dei punti di degrado presenti nel comprensorio verde di Villa Ada e Monte Antenne ed ha invitato la nuova Assessora capitolina al Verde, Laura Fiorini, a compiere un sopralluogo congiunto per verificare sul campo le problematiche esistenti e individuare le possibili priorità di intervento.

Mappa dei punti di degrado a Villa Ada e Monte Antenne. A cura dell’Osservatorio Sherwood

La mappa è consultabile on-line al link:

https://www.google.com/maps/d/u/0/viewer?mid=1uvu8ZCVEtUP7QcR-tQGO6ohyUEGTHpVS&ll=41.9324253734314%2C12.501466499999992&z=15

Sulla mappa sono stati geolocalizzati, con corredo fotografico:

10 edifici in abbandono, molti dei quali con valenza storico-monumentale, lasciati in balia dei vandalismi (alcuni, come le ex Serre, occupati abusivamente);

5 estese discariche, alcune delle quali ormai cronicizzate. Si segnala l’aggravarsi degli sversamenti di rifiuti ingombranti su via di Ponte Salario anche per la temporanea chiusura al pubblico del Centro Ama dell’Acqua Acetosa;

6 insediamenti (accampamenti o tende) nei boschi e nelle cavità con frequentazione in corso e altri 7 con resti non bonificati dopo le operazioni di sgombero. Come quello rimosso oggi dai volontari durante l’iniziativa di “Puliamo il Mondo”.

Nell’ultimo anno non c’è stato alcun intervento di bonifica né di restauro da parte di Roma Capitale, mentre spiccano l’aumento degli accampamenti e il preoccupante ritorno dei rifiuti anche in luoghi che erano stati puliti in passato.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti