Cantiere Lidl via Acqua Bullicante: durante gli scavi emerse due arcate

Il Comenitato No cemento Roma Est indice per il 3 ottobre un corteo per chiedere lo stop dei lavori
Redazione - 29 Settembre 2015

Oggi, 29 settembre 2015, dal profondo sbancamento del terreno sono emerse due arcate che danno accesso a degli ambienti sotterranei. Come indicato in tutte le carte topografiche in quest’area sono numerose le cavità sotterranee, utilizzate sin dall’epoca classica.

Il Comitato No cemento a Roma Est, nel darne notizia, ricorda che “la stessa soprintendenza archeologica (Dot.ssa Buccellato), che si è schierata da subito a favore del cantiere rilasciando il suo nulla osta e asserendo che l’area era fuori dal vincolo, pur non essendo di sua competenza e con un’interpretazione molto dubbia, aveva dichiarato il ritrovamento di ‘lacerti percorsi viari di indefinibile origine antica’ chiedendo l’innalzamento delle quote di costruzione (nota del 13.7.201). Oggi gli scavi stanno riportando alla luce qualcosa di non previsto.”

CantiereLidlInterramentoDetriti“Chiediamo – continua il Comitato – l’immediata sospensione dei lavori e l’intervento degli assistenti archeologici la cui presenza era prevista durante i movimenti terra. Quello che non vogliamo è che dopo l’interramento senza nessun accorgimento dei detriti di demolizione degli edifici, contenenti anche amianto, le ruspe della Lidl provvedano a seppellire e distruggere manufatti che potrebbero avere un’importante rilevanza storica. Ricordiamo che a poche decine di metri si trovano colombari, mausolei, catacombe che hanno portato a vincolare l’area dei due allori per il suo interesse archeologico e paesaggistico.”

Il Comitato invita perciò i cittadini a partecipare, sabato 3 ottobre ad un corteo per le vie del quartiere. APPUNTAMENTO ORE 15 PIAZZA ROBERTO MALATESTA. “Fermiamo i danni che stanno facendo alla nostra salute e alle nostre vite, – conclude le nota – fermiamo il cantiere illegale del supermercato LIDL, vogliamo un grande parco archeologico e naturalistico per il Comprensorio Casilino!”

La Sposa di Maria Pia

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti