Cervelletta: i cittadini e i comitati si mobilitano

Per togliere la struttura dalle grinfie del cattivo uso esclusivo e restituire un bene comune alla comunità
di Federico Carabetta - 26 Ottobre 2015

Il malessere per le vicende che hanno richiamato l’attenzione sul Casale della Cervelletta, si evidenzia nelle azioni poste in essere dai cittadini per togliere dalle grinfie del cattivo uso esclusivo  un bene comune e restituirlo alla comunità.

Aumentano perciò i comunicati dei comitati. Il più recente è  della nuova associazione “Insieme per il Casale della Cervelletta” . Questa annuncia un’altra  Assemblea Pubblica per venerdì 30 ottobre 2015, alle ore 18, alla Parrocchia Santa Bernadette in viale E. Franceschini . Il grido è  “Costruiamo insieme il futuro della Cervelletta” per la “ripartenza” dello storico complesso e puntualizza i provedimenti presi per la sua restituzione all’uso pubblico.

CasaleCervelletta“ Non ci siamo fermati e significativi risultati sono stati raggiunti – afferma il comunicato – i cittadini hanno risposto con rabbia e decisione alla determinazione dirigenziale del Comune di Roma (il Casale della Cervelletta direttamente affidato ad una associazione senza alcun confronto istituzionale, senza una informazione nelle sedi opportune, senza a controllo del mandato di tutela) Un ampio fronte si è schierato per impedire che quel patrimonio pubblico perdesse il suo carattere sociale.

Tra le attività promosse:

· istanza di riesame in autotutela della determinazione dirigenziale (al Sindaco del Comune di Roma, al Direttore del Patrimonio, all’Assessore alla legalità del Comune dì Roma e al Presidente del Municipio IV); · allertati la Procura di Roma e la Corte dei conti ;· volantino di informazione; · raccolta di firme (per la revoca della determinazione dirigenziale, per una procedura amministrativa ad evidenza pubblica, per la cessazione delle attività commerciali, per una consultazione popolare, per garantire il fine e il pubblico utilizzo del borgo); · partecipazione alla assemblea convocata dal “gruppo di lavoro” e valutazioni su ordine del giorno del IV municipio (07/10/2015) e del deliberato in esso contenuto ( “..attivandosi nei confronti dell’Amministrazione Comunale affinché quest’ultima valuti la necessità di revocare la determina dirigenziale del 27/11/2014 n.786) e considerato particolarmente insufficiente; · segnalazione e richiesta di sopralluogo alla Soprintendenza Capitolina ai beni culturali per eventuali danni al patrimonio del Casale.

Castello della Cerveletta

Castello della Cerveletta

Il comunicato conclude con la necessità di chiudere subito un capitolo equivoco nella gestione della cosa pubblica e attivare un percoso di coinvolgimento popolare per l’affidamento, la gestione e le attività di presidio e tutela ambientale del Casale.

Anche noi di AbitareA, che per decenni abbiamo continuato a seguire ed  informare sulle vicissitudini di questo bell’agglomerato di edifici con la sua preziosa area naturalistica, che sono testimoni di belle ma soprattutto sofferte pagine di storia locale e non solo locale, continueremo a sostenere azioni volte alla salvaguardia di questo bene comune, attraverso un uso pubblico, ragguardevole e rispettoso.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti