Cinque mostre in programma al MACRO

A partire dal 13 ottobre in via Reggio Emilia
di Alessandra De Salvo - 14 Ottobre 2009

2- Un’opera di Gino Marotta appositamente realizzata per gli spazi del Macro. 3- L’opera di goldiechiari. FOTO di Federico Ridolfi

Il MACRO inaugura la nuova stagione espositiva sotto la direzione curatoriale di Luca Massimo Barbero. Molte le novità dopo il cambio al vertice seguito alle dimissioni di Danilo Eccher: un nuovo allestimento della collezione del museo, la riscoperta della collezione video con i Macro Drink serali, ed ora una serie di cinque differenti mostre che si vanno ad affiancare a “New York Minute: 60 artisti della scena artistica newyorchese” in corso al MACROFuture di piazza Giustiniani.

Le mostre, presentate il 12 ottobre alla presenza del Sovraintendente Umberto Broccoli, sono all’insegna della trasversalità e diversità, mescolano giovani artisti (Alessandro Pessoli, il duo goldiechiari e Nicola Pecoraro) ed autori affermati come Gino Marotta, presentano opere d’arte e documenti, arrivando a coinvolgere, per la prima volta, nella vita attiva del museo anche la Biblioteca ed il Centro Documentazione.

La mostra dedicata ad Enrico Prampolini è stata, infatti, curata dal Centro di Ricerca e Documentazione Arti Visive (CRDAV) del Macro e realizzata grazie alla donazione, da parte degli eredi, dell’archivio del famoso pittore futurista. Manoscritti, lettere, cartoline postali, fotografie che testimoniano i rapporti dell’artista con i personaggi più importanti del panorama artistico del tempo. Con questa iniziativa, ha dichiarato, Anna Maria Di Stefano, responsabile del CRDAV, si vuole dare nuovo respiro al lavoro e alle attività della Biblioteca, cercando di dimostrare che: “un archivio non è solo chilometri di scaffali, non è il regno degli acari, né un luogo morto, ma un posto vivo”. Interessante la scelta di esporre il materiale utilizzando apposite cassettiere vetrate. In ogni cassetto è ordinatamente disposta una selezione di documenti, foto, manoscritti.

Ritroviamo le stesse cassettiere scorrevoli in “Cesare Zavattini inedito” un progetto curato da Francesca Pola per far conoscere al pubblico, soprattutto a quello più giovane, alcuni protagonisti della scena artistica romana attraverso materiale inedito, proiezioni video, touchscreen con cui interagire. Saranno soprattutto i cassetti scorrevoli a darci la sensazione, ha dichiarato Francesca Pola, “di rivelare, svelare un tesoro chiuso al loro interno”.

D’impatto più immediato, sono invece, le sculture trasparenti e coloratissime con cui Gino Marotta, figura centrale della scena artistica romana della seconda metà del XX secolo, disegna un mondo straniante ed artificiale. Il Macro dedica all’artista originario di Campobasso una retrospettiva arricchita da “Ricognizione virtuale della Savana” un’imponente opera ideata appositamente per la mostra in corso.

Il duo goldiechiari e Nicola Pecoraro vengono ospitati nella stessa sala per il progetto Coinquilini, che prevede l’incontro di due diversi artisti come in una coabitazione forzata.

Infine una parete del museo è dedicata all’imponente racconto visivo di Alessandro Pessoli, presente all’ultima biennale di Venezia, che si snoda in una serie di cinquanta acquerelli.

Adotta Abitare A

Queste nel dettaglio le mostre in corso al Macro di via Reggio Emilia:

ROOMMATES / COINQUILINI
MACRO, Sala Panorama D: 13 Ottobre – 10 Gennaio

MACRORADICI DEL CONTEMPORANEO: CESARE ZAVATTINI INEDITO
MACRO, Sala Panorama S: 13 Ottobre – 10 Gennaio

Duecento opere inedite dell’importante scrittore e sceneggiatore.

GINO MAROTTA
MACRO, II Piano D: Dal 13 Ottobre-30 novembre

MACROWALL: ALESSANDRO PESSOLI
MACRO, II Piano S: Dal 13 Ottobre-30 novembre

Con il progetto MACROwall, il museo dedica una parete ad un artista.

COLLEZIONE CRDAV: ENRICO PRAMPOLINI
Biblioteca, I Piano, 13 ottobre 2009-10 gennaio 2010

Inoltre sono in corso al Macro:

SPECIAL PROJECTS: FRANCESCO SIMETI, CUOGHI CORSELLO
MACRO, Spazio atri e ascensori.

ALIGHIERO BOETTI Autoritratto
MACRO, Grande Hall.

MACRO
Via Reggio Emilia 54, Roma
Orari: da martedì a domenica dalle 9 alle 19
Costo del biglietto: € 4,50 (il biglietto comprende anche l’ingresso per il Macrofuture ed è valido 7 giorni)

Info: www.macro.roma.museum


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti