Consiglio municipale: dopo la bagarre è tregua di Natale per la moratoria sul cemento

Nella seduta consiliare del 23/12 approvata una mozione urgente per il vaglio dei 30 siti edificabili nel V municipio. Ok del M5S, ma resta aperto lo scontro
Gianluigi Polcaro - 27 Dicembre 2013

È di nuovo bagarre nella seduta consiliare del 23 dicembre del V municipio. Ancora una volta è la moratoria urbanistica a scaldare gli animi tra maggioranza e opposizione, dopo che nell’ultima seduta del 19/12 PD e alleati non sono riusciti a far passare la propria richiesta di moratoria, con solo 13 voti utili tra cui quello del presidente Palmieri. La tregua di Natale si sancisce soltanto con la mozione urgente promossa da Ferretti (CD) della maggioranza e approvata anche dai consiglieri a 5 stelle, che sostengono essere la loro stessa proposta rimessa sul tavolo dalla maggioranza.

Si tratta della mozione che sancisce il vaglio, con la collaborazione dell’ufficio tecnico competente, dei progetti edilizi del municipio, prima in commissione urbanistica e poi in consiglio municipale, con l’impegno in prima persona di Presidente, Giunta, Presidente del Consiglio e delle commissioni competenti. Ma resta amarezza tra tutte le opposizioni per l’atteggiamento della maggioranza di totale chiusura di collaborazione sulle “politiche del cemento”.
Si dovrà quindi esprimere un parere, seguendo la procedura suddetta, sui 30 progetti edilizi privati in itinere vagliando sia l’impatto ambientale (è la priorità), sia la spesa pubblica, che la mobilità e i servizi pubblici e non sarà cosa facile visti gli interessi in ballo.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti