Cristy Moda qualità ed eleganza dal 1978

A Colli Aniene in viale Ettore Franceschini 81
Vincenzo Luciani - 8 Luglio 2021

Cristy Moda con sede in viale Ettore Franceschini 81, grazie alla pluriennale esperienza nel campo della moda consente di scegliere ed acquistare comodamente una grandissima varietà di prodotti non solo quelli esposti nel negozio in cui regna la sobria eleganza di Maria Cristina Subrizi che intervistiamo.

Può dirci in breve la storia della ditta?

Ci provo. Ero impiegata in un centro meccanografico e mio marito era rappresentante. Su suggerimento di mia madre, avendo notato con interesse la zona di Colli Aniene, allora in crescita, abbiamo deciso di aprire un negozio nel 1978. Abbiamo iniziato con articoli di pelletteria e calzature. Ricordo che nella fase iniziale abbiamo venduto molti stivali di gomma (necessari tra l’altro per fronteggiare il fango di vie non ancora asfaltate oppure da realizzare). In una seconda fase abbiamo ampliato la licenza e abbiamo iniziato a vendere articoli di abbigliamento. E questa si è rivelata una scelta valida non solo per l’aspetto commerciale ma perché andava nella direzione del nostro modo di essere e di proporci.

Qual è la vostra offerta?

Dagli inizi di marzo 2012 siamo diventati il primo store ufficiale dei brand Cecil e Street One… Una delle sezioni più ampie del catalogo è dedicata all’abbigliamento e accessori, il comune denominatore di tutti i nostri prodotti è la qualità: trattiamo solo prodotti delle migliori marche: Cecil, Street-One, Mara Carol, Dejavu, Kate, L’Altra Moda etc. Siamo un negozio di abbigliamento che si aggiorna costantemente su mode e tendenze per poter offrire alla clientela i migliori abiti e accessori. La passione e la dedizione per la moda fanno del nostro negozio un punto vendita molto apprezzato.

Quali le ragioni del vostro successo?

Noi lavoriamo con una clientela fidelizzata, favoriti in questo dal fatto che Colli Aniene è un’isola tutto sommato felice nell’ambito delle periferie romane. Abbiamo sempre trattato i nostri clienti con gentilezza, fornendo utili consigli ed essendo animati di molta pazienza ed empatia. E, cosa molto importante, offriamo solo prodotti made in Italy, garantiti.

Adotta Abitare A

Come ricorda il quartiere al momento dell’avvio della vostra attività?

Colli Aniene era una landa desolata. Era molto raro vedere passare delle persone e si avvertiva un estremo senso di sicurezza. Ricordiamo che c’era più partecipazione in iniziative come il Carnevale di Rio Aniene ed altre. Comunque c’era una maggiore coesione tra gli abitanti e migliori rapporti di collaborazione con gli altri commercianti.

I comportamenti dei clienti come si sono evoluti?

In questa ultima fase abbiamo notato una maggiore comprensione e solidarietà delle persone che ci hanno contattato e sono venute a fare acquisti da noi mostrandoci un profondo senso di vicinanza. In un certo senso mi pare che si sia riscoperto il valore dei negozi di prossimità.

Come vedete la situazione attuale?

Altamente critica. Comunque noi siamo inguaribilmente ottimisti e speriamo in una forte ripresa e che vengano superati tutti i dubbi e le incertezze che hanno dominato questa fase di crisi pandemica.

 Cosa bisognerebbe fare nel quartiere?

Tutto il quartiere e tutta la città ha sperimentato, nei giorni più duri del lockdown, una sensazione di vivere nel deserto, con le saracinesche dei negozi abbassati. Io penso che ora quelle stesse persone dovrebbero ricordarsene quando questa crisi sarà finita del tutto. Infatti se non si aiuteranno i commercianti di questo quartiere e di Roma quelle serrande non si alzeranno più e si vivrà in un quartiere e in una città spettrale per sempre. Sono i piccoli negozi che tengono viva la città, penso che la gente dovrebbe essersi reso conto di questo. Quindi meno shopping inutile online e più spesa utile e di qualità perché chi ben spende meno spende magari si risparmia la fatica di andare alla faticosa ricerca di un centro commerciale e di un risparmio improbabile.

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti