Farmacia Federico consegna medicine

Cumulo di materassi abbandonati in via dei Gracchi

Redazione - 28 Gennaio 2021

Circa quindici materassi abbandonati accanto a una postazione di cassonetti in via dei Gracchi. Questo lo scenario che, stamane, di sono trovati davanti gli operatori e tecnici AMA mentre effettuavano i servizi quotidiani sul territorio (vd. foto NdR).  L’azienda ha immediatamente allertato la struttura dedicata per predisporre la rimozione dei materiali scaricati abusivamente, segnalando contestualmente l’episodio al Nucleo Ambiente e Decoro della Polizia di Roma Capitale.

Lo comunica Ama in una nota.

L’opera di scarico abusivo di materiali dismessi di vario tipo continua, purtroppo, a colpire tutti i quadranti cittadini, come testimoniato da ulteriori episodi segnalati dal personale dell’azienda capitolina nelle ultime 48 ore: una “micro discarica” di pneumatici, sanitari ed eternit in via Ildebrando della Giovanna, pezzi di mobilio in via di Torpignattara e ancora materassi in via dei Feltreschi, via Carlo Sigonio e largo Cocconi. Anche in questi casi sono state già predisposte le operazioni di raccolta e ripristino del decoro.

“Le immagini di degrado derivanti dall’abbandono illecito di rifiuti non sono tollerabili – sottolinea l’amministratore unico di AMA Stefano Zaghis –. La catasta di materassi trovata questa mattina all’alba nel cuore del quartiere Prati, ma anche tutti gli altri scarichi abusivi che i nostri operatori continuano a segnalare in altri quartieri della città, sono frutto di comportamenti incivili che deturpano il territorio urbano e costringono a costosi interventi supplementari.

Domenica prossima 31 gennaio, con il primo appuntamento a partire dai municipi dispari, prenderanno il via le raccolte straordinarie domenicali per il 2021 de “Il tuo quartiere non è una discarica”, la storica iniziativa organizzata da AMA in collaborazione con il TGR Lazio.

D’intesa e in raccordo con Roma Capitale, rinnoveremo il nostro sforzo operativo con uno scopo duplice: intercettare quantitativi significativi di materiali conferiti dai cittadini e sensibilizzare tutti a comportamenti più corretti e rispettosi.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti