Delibera 218 “Bufalotta”

Bocciata in Consiglio Comunale la proposta della Giunta capitolina
di A. M. - 19 Dicembre 2007

Un’ importante vittoria, ottenuta nella mattinata del 19 dicembre, dal IV Municipio.
Il Consiglio Comunale ha, infatti, bocciato la proposta, sostenuta dagli assessori comunali Minelli, Morassut, D’Alessandro e da una consistente parte del Partito Democratico, di ottenere il via libera su un’operazione, ritenuta dal IV municipio “puramente speculativa” e che avrebbe regalato fino a un miliardo di euro a costruttori e palazzinari romani, in cambio di uno stravolgimento del piano regolatore, a danno degli interessi della collettività.

Una lunga battaglia portata avanti da associazioni, comitati, forze politiche di sinistra, ma anche da semplici cittadini – spiega con una nota la sinistra democratica in IV Municipio – che, unitariamente, hanno condotto, nei mesi scorsi, una forte mobilitazione in nome di una migliore mobilità e di risposte concrete al dramma delle emergenze abitative. Il nostro obiettivo – prosegue il comunicato – è costruire, ora, le condizioni perché nell’ambito del Consiglio Comunale si prenda atto e si rispetti il parere del territorio. Per rafforzare ciò costruiremo, nei prossimi giorni, relazioni e battaglie unitarie con le realtà sociali e politiche che, da tempo, si stanno mobilitando per contrastare la speculazione che incombe nei diversi municipi di Roma.

Anche i Verdi del IV Municipio esprimono soddisfazione per il parere negativo espresso questa mattina. Un no ritenuto necessario e responsabile, in sintonia con l’espressione dei cittadini del territorio e sostenuto dal consigliere Antonio Comito e dal Presidente del Municipio Alessandro Cardente. Gli interventi necessari nel Municipio – sostengono i Verdi -devono partire dal considerare la sostenibilità ambientale di ogni progetto, come stabilito dal processo di Agenda 21, rispettare i bisogni di una mobilità sostenibile e dare una soluzione alle problematiche sociali e alle numerose famiglie in emergenza abitativa: interventi che meritano una maggiore attenzione dal punto di vista dell’impegno economico e che devono essere pianificati con processi realmente partecipativi”. La preoccupazione principale dei Verdi riguarda ora tutta la città, per la quale si prevedono nuovi ulteriori tentativi di inserire varianti al Piano Regolatore, già frutto di tanti compromessi, che dovrà essere approvato entro Marzo 2008.
“Ci auguriamo – dichiara Marina D’ortenzio, coordinatrice dei Verdi in IV municipio che la via tracciata oggi dal IV Municipio sia seguita con successo ogni volta e in ogni luogo della città, al verificarsi di tentativi di speculazione. Ora ci aspettiamo che in Campidoglio sia tenuto in considerazione il parere negativo e la delibera 218 venga ritirata”.

Una nota congiunta arriva, anche, dal gruppo consiliare municipale di Alleanza Nazionale, nelle persone di Cristiano Bonelli, Fabrizio Bevilacqua, Francesco Filini, Roberto Borgheresi e Adriana Iacovone. "La delibera 218 – affermano i consiglieri di An – ha sancito la fine della maggioranza nel Consiglio Municipale, grazie ai 9 voti del centrodestra, che ha votato compatto, e a cui si sono aggiunti i voti di Rifondazione Comunista, Sinistra Democratica, Verdi e Udeur, è stato respinto quello che avevamo bollato come il piano regAlatore di Natale offerto dalla Giunta Veltroni ai costruttori romani a discapito dei cittadini. “Registriamo inoltre – conclude la nota – la fuga di tutti i consiglieri di "minoranza" del Partito Democratico al momento della votazione finale”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti