Demolizione di un supermercato abusivo nel cuore del parco dell’Appia Antica

In via Appia Nuova 1280. L'XI municipio e la Regione Lazio acquisiranno i 2.200 mq per farne un’area verde attrezzata
comunicato stampa - 8 Ottobre 2009

L’8 ottobre mattina la task force contro l’abusivismo edilizio guidata da Massimo Miglio, voluta dal Municipio XI in collaborazione con la Regione Lazio, la Soprintendenza Archeologica di Stato e l’Ente Parco, sta effettuando un’imponente operazione di demolizione in via Appia Nuova 1280, all’interno del Parco archeologico dell’Appia Antica: si tratta di un supermercato, completamente abusivo, edificato nel cuore del Parco stesso, a ridosso degli acquedotti romani dei Quintili.

“L’edificio, di 550 mq per una cubatura pari a 1700 metri cubi, è stato costruito –  dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI – con struttura portante in acciaio su basamento in cemento armato.
Dopo un lungo iter giudiziario, un’ordinanza del Consiglio di Stato dell’agosto scorso ha confermato un analogo provvedimento emesso dal TAR Lazio, circa la legittimità dell’atto di abbattimento emesso dal Municipio XI. Così, la Procura di Roma ha concesso il dissequestro ai soli fini demolitori, con spese a totale carico del responsabile dell’abuso. Inoltre, per la prima volta, il Municipio XI procederà ad acquisire l’area oggetto dell’intervento abusivo, per un totale di circa 2.200 mq, con l’obiettivo di realizzare in loco, insieme alla Regione Lazio, un’area verde attrezzata”.

“Cosi come previsto dal programma, realizzato nel mese di agosto, le operazioni di tutela del patrimonio e recupero delle aree compromesse dai fenomeni di abusivismo edilizio continueranno senza soluzione di continuità, sino al completo recupero delle aree devastate dai fenomeni dell’abusivismo” – avverte Alberto Attanasio, Vice Presidente e Assessore all’Urbanistica del Municipio XI.”

“Ringraziando per l’eccellente opera sinergica i nostri Uffici tecnici, la Soprintendenza Archeologica di Stato e in particolare la Dott.ssa Paris, l’Ente Parco e in particolare la Dott.ssa Rossi, l’Ufficio Antiabusivismo edilizio della Regione Lazio e il Vice Presidente Montino, i Guardia Parco e, ovviamente, Massimo Miglio, si esprime grande soddisfazione per quell’intesa interistituzionale che – conclude Catarci – sta portando a risultati mai raggiunti prima nell’azione di tutela di un patrimonio artistico, paesaggistico, storico e archeologico unico al mondo come quello del Parco dell’Appia Antica”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti