Domenica 13 dicembre nei municipi pari raccolta gratuita di rifiuti ingombranti

Ultimo appuntamento del 2020 con la campagna “Il Tuo quartiere non è una discarica
Redazione - 11 Dicembre 2020

Domenica 13 dicembre 2020 nei municipi pari ultimo appuntamento del 2020 con la campagna “Il Tuo quartiere non è una discarica”, raccolta gratuita di rifiuti urbani ingombranti, elettrici ed elettronici organizzata da Ama con la collaborazione del Tgr Lazio.

Dalle ore 8:00 alle ore 13:00, AMA metterà a disposizione dei cittadini complessivamente 9 ecostazioni mobili allestite per l’occasione e garantirà l’apertura dei seguenti Centri di Raccolta fissi: Bufalotta e Ateneo Salesiano (Municipio III), Ponte Mammolo (Municipio IV), via Teano (Municipio V), piazza Bottero e Acilia (Municipio X), via Arturo Martini (Municipio XI), via Mattia Battistini (Municipio XIV). Sia nei Centri di raccolta sia nelle ecostazioni i cittadini potranno consegnare i classici rifiuti ingombranti (tra cui mobili, sedie, letti, divani, scaffalature, materassi), le apparecchiature elettriche e elettroniche (i cosiddetti RAEE come computer, televisori, stampanti, telefonini, frigoriferi, lavatrici, condizionatori) e i materiali particolari (pile, oli esausti, contenitori con residui di vernici e solventi).

In tutte le postazioni, anche con il supporto della Polizia Locale di Roma Capitale, saranno adottate, in considerazione dell’Emergenza Covid 19, le necessarie misure di sicurezza a tutela di utenti e lavoratori attraverso accessi scaglionati che consentiranno di regolare il flusso di veicoli e persone. Ama per questo invita i cittadini a recarsi sul posto entro le ore 12 e ricorda che il conferimento dei materiali nei cassoni dedicati dovrà essere effettuato dai cittadini, muniti di mascherina, mantenendo le distanze minime di sicurezza.

Tutti i materiali raccolti nel corso della mattinata verranno, come sempre, differenziati secondo la categoria merceologica (legno, ferro, plastica, altri metalli, ecc.) e avviati alle rispettive filiere di recupero. Per informazioni sull’iniziativa e sui siti coinvolti, i cittadini possono visitare il sito www.amaroma.it .


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti