Er buciardo al Teatro Tirso de Molina

È sempre attivo il Progetto Romanità del teatro di via Tirso
di Riccardo Faiella - 13 Novembre 2009

Anche in questa stagione 2009-2010 continua con successo il progetto romanità sul palcoscenico del Teatro Tirso de Molina.
Sono dodici gli spettacoli in programma al teatro che ha preso il nome da un famoso commediografo spagnolo, appunto Tirso de Molina.

Dal’11 novembre al 6 dicembre è in scena Er Buciardo, con un cast collaudato e un protagonista di tutto rispetto, Pietro Romano.

La storia ci proietta nella Roma del Settecento, in casa di una ferrea marchesa. La nobildonna ha due figli, completamente succubi dell’autoritaria madre. L’apparente lineare vita degli aristocratici subisce un brusco cambiamento allorché Peppe, ladro maldestro, nottetempo, si introduce nella loro casa. Da questo momento iniziano gli equivoci. Peppe viene scambiato per Don Falcuccio, precettore dei due rampolli.

Ma come recita un vecchio adagio, “non tutti i mali vengono per nuocere”. Nonostante le apparenze, Peppe si rivelerà l’ideale passepartout per aprire le porte dell’incomunicabilità tra madre e figli.

Peppe, il protagonista, è naturalmente interpretato da Pietro Romano, sempre all’altezza della situazione, e ormai divenuto un artista di punta del teatro dialettale romano. La marchesa è invece magistralmente interpretata da Serena D’Ercole. Il caratteristico Stefano Natale ed Edoardo Camponeschi vestono i panni dei figli della “belva” (la marchesa, sempre lei!). Completano il cast Alessia Cristiani e Valeria Palmacci.

Dopo Er Buciardo, il Progetto Romanità continua con La vera storia di Checco e Nina, con Nadia Rinaldi, in cartellone dal 9 al 20 dicembre. Da fine anno al 17 gennaio Gemelli diversi promettono risate. Nel cast, oltre Gabriela Barros e Maxi Gigliucci, anche Pietro Romano. Dopo La commare secca (20-24 gennaio), ancora Pietro Romano, questa volta con Fabrizio Amici, in Er conte Tacchia (3 febbraio-14 marzo). Seguono: Fame… scritto in inglese ma letto in italiano, con Antonello Costa (17-20 marzo); Prima della prima (7-18 aprile); Questa è Roma (21 aprile-2 maggio); Balla co’ a Lupa (5-16 maggio); I sette Re di Roma (19-23 maggio); Fortunatissimo (26-30 maggio).

Per maggiori informazioni collegatevi al sito http://www.teatrotirsodemolina.it.

Per finire, una comunicazione di servizio. Se andate a vedere Er Buciardo con l’intenzione di mantenere l’incognito, evitate la prima fila. Potreste essere trascinati sul palcoscenico: Pietro Romano, emulo di Alfiero Alfieri, è molto bravo nel coinvolgere il pubblico.

Adotta Abitare A

TEATRO TIRSO DE MOLINA – Via Tirso 89 – tel.: 068411827
Er Buciardo (11 nov-6 dic), di Achille Mellini con: Pietro Romano, Serena D’Ercole, Stefano Natale, Alessia Cristiani, Valeria Palmacci, Edoardo Camponeschi
regia: Achille Mellini
musiche: Simone Zucca

Spettacoli: mer-sab ore 21; dom ore 17.30
Biglietti: intero 21-23 €; ridotto 19-21 €


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti