Fare chiarezza su via degli Alberini

Il Comitato di quartiere presenterà al V municipio la richiesta di accedere agli atti relativi al progetto esecutivo dei campi sportivi
di Federico Carabetta - 27 Settembre 2011

Non c’è pace a Colli Aniene e nessuno esulta specie dalle parti di via Angelica Balabanoff dove c’è grande scompiglio. Tutto è iniziato con un articolo di un mensile locale che inneggia, riferendosi al riattando complesso sportivo di via degli Alberini, ad una nascente grande realtà sportiva nel quartiere.

Quasi contemporaneamente venivano diffusi capillarmente ed in successione rapida due volantini dal contenuto vago, allarmante e non si sa quanto credibile. Compilatore, un sedicente comitato che sostiene essersi costituito per tutelare il verde di Colli Aniene, nella fattispecie della fascia prativa posta tra l’impianto sportivo e via Angelica Balabanoff .

Se l’articolo è stato accolto da forte contrarietà (e non poteva essere altrimenti per chi conosce qualcosa di storia locale) i due volantini non potevano non acuire le reazioni di scontentezza tra i residenti e tra coloro che da tempo assistono a manomissioni del territorio a loro completa insaputa e che da tempo temono, e non a caso, l’erosione del patrimonio naturale che caratterizza il territorio.

A rendere però pesante l’atmosfera è stato il secondo dei due manifestini che in particolare, accennando a passaggi perimetrali, a varchi per l’accesso alla struttura, a costruendi punti di ristoro, bar, pizzerie, e ovviamente, a un bel parcheggio di 180 posti macchina da realizzarsi su quel prato limitrofo ai campi da gioco, ha annunciato in pratica la fine di quella gradevole realtà. Ad alzare un polverone ancora più fitto e quindi esacerbare definitivamente gli animi hanno infine provveduto illazioni che sono state fatte circolare, addirittura di un pianificato prolungamento di via Balabanoff e dell’apertura del parco ACEA ai frequentatori del centro sportivo.

Per limitarci all’eventualità più reale ed immediata, cioè al prato in pericolo, è da evidenziare che è stato a suo tempo acquistato dalla ex Cooperativa Auspicio, ceduta in forza di legge al Comune di Roma e, per benevola concessione di quest’ultimo, da circa trent’anni splendidamente curato e dotato di attrezzi ludici, e che viene liberamente goduto a dir poco da tutto il quartiere. Tutto a spese dei condomini dell’ex Cooperativa "Aurora 82" e a beneficio di lavoratori di una ditta specializzata operanti in loco pressoché giornalmente.

Riteniamo quindi comprensibile che i residenti di via Balabanoff e non solo vedano nella eventuale concretizzazione di quelle voci, un disconoscimento eclatante di tanto impegno e un autentico tradimento da parte del Comune per il solo accenno a quel possibile attentato ad uno dei luoghi di aggregazione, socializzazione e svago di tanti di loro ed un ulteriore depauperamento del patrimonio verde dell’intero quartiere. Comune che non ha reputato di condividere con i cittadini le scelte intraprese per quel parco e quindi è causa di confusione, ansie e frustrazione, che ora dovrebbe sentire l’obbligo morale di mettere fine a questo deprecabile stato di cose.

Rebus sic stantibus (stando così le cose), tutti coloro che non vogliono vedere asfaltata l’area verde in discussione e al suo posto nascere uno squallido piazzale – parcheggio al completo servizio dell’impianto sportivo e tutte le altre gradevoli voci che circolano, oltre che a tempestare di mail e telefonate la redazione e il suo collaboratore locale, hanno mobilitato il Comitato di quartiere "Colli Aniene".

Per sapere cosa intende fare il Comitato per tranquillizzare in qualche modo tanti collianiensi, ci siamo rivolti al vice Presidente Vincenzo Barsanti che ci ha così risposto: "Negli ultimi giorni il Cdq è stato oggetto di pressanti sollecitazioni da parte di cittadini preoccupati per quello che viene vociferato. Per questo motivo il Cdq che non può essere indifferente di fronte ai problemi sollevati dal territorio, ha riunito in modo informale una rappresentanza dei più motivati al problema rendendosi conto di essere di fronte a notizie contrastanti e non verificabili diffuse da voci e da volantini. Allora ha deciso di presentare al V municipio la richiesta di accedere agli atti relativi al progetto esecutivo relativo ai Campi sportivi di via degli Alberini. Una volta presa visione degli atti sarà cura del Comitato renderne pubblici i contenuti e chiarire quale potrebbe essere il futuro delle aree interessate".

Adotta Abitare A

I cittadini dal canto loro annunciano che, qualora non ricevessero risposte rapide ed esaurienti, si mobiliteranno ed energicamente perché considerano questo del Comune un vero colpo di mano, una azione inqualificabile verso chi si è fatto carico di tutto quel verde che viene preso a modello di ordine e pulizia e che altrimenti sarebbe stato del tutto lasciato al più completo abbandono. 


Commenti

  Commenti: 1

    Commenti