Figliomeni – Malara (FDI): “App Seapass ancora in confusione, i soliti pasticci del M5S”

Redazione - 10 Luglio 2020

Da tempo stiamo denunciando l’inefficacia dell’app seapass, che ricordiamo era stata presentata dal Sindaco Raggi come un mezzo fondamentale e riuscito per contingentare la presenza delle persone nelle spiagge libere del litorale romano, ma che già dai primi giorni aveva mostrato numerose criticità. Infatti, dopo percentuali quasi sempre sbagliate, che dovevano servire a dare informazioni in tempo reale per gestire gli ingressi contingentati ma che in realtà aveva creato assembramenti, ora siamo ad un nuovo problema, ovvero quello che gli arenili delle spiagge libere di Ostia non corrispondono nei nomi e nei colori descritti dall’app.

“L’ennesimo disservizio di un dispositivo nato male fin dall’inizio, ma con l’aggravante che in tempi di Coronavirus è quanto mai fondamentale dare delle informazioni esatte per non creare situazioni a rischio per i cittadini, a cui aggiungiamo anche il fattore della spesa sostenuta per l’affidamento di questo servizio. La pessima gestione grillina poi si vede anche da altri aspetti non secondari che denotano l’incapacità manifesta a gestire ogni tipo di situazione. Infatti ancora non sono state messe delle passerelle che permettano alle persone disabili di arrivare sulla riva, aspetto che noi avevamo già evidenziato, a cui va aggiunta anche la situazione degradata di alcuni punti degli arenili in cui non è difficile imbattersi in giacigli di fortuna di senza fissa dimora, che denotano scarsi controlli da parte dell’Amministrazione pentastellata. Continueremo a denunciare tutte le sciocchezze che puntualmente ci regalano i grillini, che si palesano sempre di più come dei dilettanti allo sbaraglio”.

Lo dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni, vice presidente dell’Assemblea Capitolina e Pietro Malara capogruppo in X municipio.

Laboratorio Analisi Lepetit

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti