Dar Ciriola asporto

Giovani promesse destinate ad una fine certa

Il 4 e 5 aprile rassegna cinematografica al Centro d'Arti Performative Duncan
di Maria Giovanna Tarullo - 3 Aprile 2009

Giovani promesse destinate ad una fine certa. Prende questo titolo il progetto, patrocinato dall’assessorato alla cultura del Municipio VI di Roma e della Provincia di Roma che si svolgerà il 4 e 5 aprile presso il centro Duncan, in via Anassimandro 18. Un’opportunità, oltre che per gli artisti, anche per il territorio in un’ottica di valorizzazione e promozione della cultura e dell’arte nei quartieri di Roma.

La Rassegna giunta alla sua terza edizone nasce da un quesito inquietante di una giovane artista: se tu a 39 anni sei considerato un giovane artista io a 26 cosa sono? Inoltre in un paese dove l’intrattenimento regna (spesso spacciato per arte) che futuro hanno gli artisti che tengono duro e che non compiacciono il gusto massificato?

Ogni serata, che vede protagonisti gli artisti tra i 20 e i 30 anni, presenta una selezione di lavori e artisti, la selezione avverrà sulla originalità della proposta e sulla qualità di realizzazione. Danza, teatro, videoarte, fotografia e pittura, istallazioni, performance, musica e chiaramente tutte le contaminazioni e sperimentazioni.Nelle precedenti edizioni hanno partecipato artisti provenienti da tutta Italia e dall’estero: Francia, Germania, Stati Uniti.

Il luogo della rassegna è il Duncan 3.0 – Centro d’Arti Performative sorto nel 2006 al posto di un ex capannone, il Duncan è divenuto in breve tempo un importante punto di aggregazione artistica, mettendo il suo ampio spazio di 400 mq a disposizione per attività legate al movimento del corpo come il teatro, la danza e la performance. Forme d’arte che pur essendo piuttosto diffuse, faticano a trovare spazi adeguati alle loro espressioni.

Il costo d’ingresso sarà di 5 euro, aperitivo compreso.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti