Il 16 maggio torna la Magnalonga in bicicletta

Con 500 partecipanti, più di 70 volontari, oltre 40 realtà, tra associazioni e partner tecnici, partirà la ciclopasseggiata più attesa della Capitale che da sette anni unisce il piacere di una biciclettata cittadina e quello di assaporare prodotti tipici locali, provenienti da agricoltura biologica
Redazione - 15 Maggio 2015

Finalmente è tempo di Magnalonga. Il 16 maggio con 500 partecipanti, più di 70 volontari, oltre 40 realtà, tra associazioni e partner tecnici, il 16 maggio torna la ciclopasseggiata più attesa della Capitale che da sette anni unisce il piacere di una biciclettata cittadina e la possibilità, lungo il tragitto, di assaporare prodotti tipici locali e provenienti da agricoltura biologica.

magnalongaPromossa dal circolo Legambiente Mondi Possibili, l’A.P.S. Tavola Rotonda e Fiab Roma Naturamici, quest’anno saranno proprio le eccellenze turistiche e gastronomiche a caratterizzare le tappe di Magnalonga, presentando quelle città, borghi e distretti italiani che puntano sulla sostenibilità e sulla bellezza del paesaggio come modello sociale ed economico.

A rappresentare queste realtà virtuose ci saranno infatti, il comune di Camerota (Sa) e di Castiglione della Pescaia (Gr), località che si sono contraddistinte per le buone pratiche messe in atto sul proprio territorio e che hanno aderito al progetto di Legambiente “Club delle Vele”, un percorso di confronto tra gli stakeholder sulle politiche territoriali, ambientali e di turismo sostenibile. Durante le cinque tappe di degustazioni sarà possibile assaporare, tra le altre cose, i prelibati ceci di Cicerale, i fichi bianchi del Cilento e i pregiati olii e vini toscani. Non mancheranno prodotti provenienti dal Lazio, come salumi e formaggi dei Castelli Romani e i deliziosi supplì di Pastella, giovane realtà romana che abbina tradizione e innovazione in cucina.

Il percorso, diviso in cinque tappe, vedrà un cordone di cinquecento ciclisti snodarsi lungo le vie della città nelle loro magliette verdi, bianche e rosse, un omaggio ai colori del Belpaese e alle sue eccellenze territoriali, enogastronomiche e paesaggistiche. Sarà l’hashtag #bellezzainbicicletta a raccontare il bello di godersi la città su due ruote attraverso piazze storiche come quella del mercato di Testaccio, piazza Cavour e i parchi cittadini come Villa Pamphilij. Durante le soste, ad attendere i ciclisti, oltre al menù gastronomico non mancherà quello culturale con mostre fotografiche, musica, visite guidate, laboratori per bambini, workshop di autoproduzione e di ciclofficina.

La Magnalonga si concluderà, come di consueto, con l’estrazione dell’ECOriffa: i più fortunati potranno aggiugicarsi un viaggio bici+barca da Mantova a Venezia per due persone, offerto da Girolibero/Zeppelin, 5 soggiorni/weekend family a Camerota (Sa), messi in palio dal Consorzio Cilento di Qualità e altri ricchi premi offerti dai numerosi partner che anche quest’anno hanno voluto sostenere la manifestazione. L’estrazione avrà luogo in via Capoprati 12/A a partire dalle 21, durante la festa di chiusura di Magnalonga, dove balli e cena finale saluteranno tutti i partecipanti di questa settima edizione.

Per maggiori informazioni e per il programma completo: www.magnalonga.net
facebook.com/MAGNALONGA
twitter.com/magnalongabici – hashtag #magnalonga e #bellezzainbicicletta


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti