Il calendario delle mostre, eventi, spettacoli, concerti per le Feste natalizie fino al 6 gennaio

Redazione - 21 Dicembre 2019

Dal 20 dicembre al 6 gennaio i Musei Civici fanno festa accogliendo cittadini, famiglie e bambini NATALE CON LA MIC, un ricco programma di mostre, musica, attività didattiche e aperture straordinarie fruibili da parte di tutti ma con gratuità e speciali agevolazioni per i possessori della MIC card, la speciale card riservata a residenti e studenti a Roma che al costo di 5 euro consente per 12 mesi l’accesso gratuito e illimitato in tutti i Musei Civici.

La manifestazione è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzata da Zètema Progetto Cultura.

Per tutto il periodo natalizio i Musei Civici osserveranno l’orario di apertura ordinario, ad esclusione di martedì 24 e 31 dicembre in cui saranno aperti la mattina fino alle ore 14 e mercoledì 25 dicembre quando saranno tutti chiusi.

Fresco Market
Fresco Market

Mercoledì 1 gennaio, per la Festa di Roma, saranno eccezionalmente aperti, dalle ore 14 alle 20 (ultimo ingresso alle 19), i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano, il Museo dell’Ara Pacis e il Museo di Roma Palazzo Braschi.

Il biglietto di ingresso ai Musei Civici e alle mostre in essi ospitate, sarà a tariffazione ordinaria, gratuito per i possessori di MIC Card, ad esclusione delle mostre “C’era una volta Sergio Leone” al Museo dell’Ara Pacis, e “Canova. Eterna bellezza” al Museo di Roma Palazzo Braschi, per le quali i possessori della MIC Card potranno beneficiare del biglietto ridotto.

Per venire incontro ai tanti appassionati del grande scultore e pittore neoclassico, fino al 6 gennaio la mostra Canova. Eterna bellezza sarà aperta straordinariamente in orario serale (ore 19-22) sia ogni sabato e domenica sia nei giorni giovedì 26, venerdì 27 dicembre e lunedì 6 gennaio.

Nel periodo natalizio si potranno visitare anche le altre mostre ospitate nei Musei Civici: “Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte” e “L’Arte Ritrovata” ai Musei Capitolini. “Colori degli Etruschi” e “110 anni di luce. Acea e Roma passione e innovazione” alla Centrale Montemartini. “La rivoluzione della visione. Verso il Bauhaus. Moholy-Nagy e i suoi contemporanei ungheresi” e “Spazi d’arte a Roma. Documenti dal centro ricerca e documentazione arti visive (1940-1990)” alla Galleria d’Arte Moderna. “La Bulgaria attraverso lo specchio del tempo”; “Inge Morath. La vita. La fotografia” e “Taccuini romani. Vedute di Diego Angeli. Visioni di Simona Filippini” al Museo di Roma in Trastevere. “Giancarlo Sciannella. Scultore di archetipi” e “Civis, Civitas, Civilitas. Roma antica modello di città” ai Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali. “Il Leone e la Montagna” al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco. Diverse le proposte anche ai Musei di Villa Torlonia con “Carlo Levi e l’Arte della politica. Disegni e opere pittoriche” al Casino dei Principi; “Il Giardino delle meraviglie. Opere dell’artista Garth Speight” e “Maria Paola Ranfi. Gioiello intimo colloquio” alla Casina delle Civette; “Sergio Monari. Rifrazioni dell’Antico” al Casino Nobile. “Unforgettable Childhood” e “Ponte di Conversazione con Paolo Aita” al Museo Carlo Bilotti. “Aspettando l’Imperatore. Monumenti, Archeologia e Urbanistica nella Roma di Napoleone 1809-1814” al Museo Napoleonico. “Ra-ta-ta-ta, bang-bang, si gioca!” al Museo delle Mura e “Carpe Sidera. La meraviglia del cielo sulla bellezza di Roma” al Museo Civico di Zoologia.

Dal 20 al 30 dicembre (escluso il 24 e 25 dicembre), al Museo dell’Ara Pacis si potrà usufruire della visita immersiva e multisensoriale L’Ara com’era, che tutte le sere dalle ore 19.30 alle 23.00 (ultimo ingresso alle 22.00) permetterà, tra realtà aumentata e virtuale e ricostruzioni 3D, di rivivere la storia dell’altare monumentale dell’Ara Pacis voluto da Augusto per celebrare la pace da lui imposta su uno dei più vasti imperi mai esistiti. Ingresso a tariffazione ordinaria anche per i possessori di MIC card.

 

Ricca l’offerta di eventi musicali nei Musei Civici.

Domenica 22 dicembre alle 16.30 e alle 18.00 ai Musei Capitolini ci sarà il Concerto di Natale eseguito dal Coro delle Voci Bianche del Teatro dell’Opera di Roma. Si può assistere al concerto con il biglietto ordinario d’ingresso al museo oppure gratis con la MIC.

Continueranno inoltre ogni fine settimana i concerti dei Weekend con la MIC ai quali si potrà partecipare gratuitamente con la MIC Card o con biglietto d’ingresso ad 1 euro. Sabato 21 dicembre ai Musei Capitolini (aperti straordinariamente dalle 20 alle 24, ultimo ingresso alle 23) è in programma Natale in musica. La Gloria del Barocco, concerto a cura di Roma Tre Orchestra con musiche di Corelli, Telemann, Vivaldi, Bach (ore 20.30, 21.30, 23.00 nell’Esedra del Marco Aurelio; ore 21 e 22.15 nella Sala Pietro da Cortona)  e sabato 28 dicembre ai Musei Capitolini (aperti straordinariamente dalle 20 alle 24, ultimo ingresso alle 23) serata Gospel Night. Dai più celebri brani americani ai canti della tradizione italiana con i concerti The Voices of Victory (ore 21, 22, 23 nell’Esedra del Marco Aurelio) a cura di Fondazione Musica per Roma, e Coro Canterig (ore 20.30, 21.30, 22.30 nella Sala Pietro da Cortona) a cura dell’Associazione Culturale Decanto.

Venerdì 27 dicembre alle 19 e alle 20.30 al Museo di Roma Palazzo Braschi concerto La Vienna ai tempi di Canova a cura di Roma Tre Orchestra Ensemble, con musiche di Haydn e Beethoven  al quale  potranno assistere con biglietto ridotto i possessori della MIC card, mentre per tutti gli altri è previsto il pagamento del biglietto ordinario di ingresso al Museo.

Nel periodo natalizio proseguiranno anche gli appuntamenti con i concerti gratuiti a cura di Roma Tre Orchestra: Il pianoforte da Bach a Debussy in programma sabato 21 dicembre alle 16.00 al Museo Napoleonico, con musiche di Bach, Brahms, Schumann, Debussy; Il pianoforte a quattro mani: Fantasie e Visioni domenica 22 dicembre alle 11.00 al Museo Carlo Bilotti, con musiche di Brahms, Scriabin, Chopin, Prokofiev, Beethoven; Intorno all’ultimo Beethoven, parte seconda, previsto per sabato 28 dicembre alle ore 16.00 al Museo Napoleonico, con musiche di Mozart, Schumann, Beethoven; Solisti emergenti: Ivos Margoni e Giulia Loperfido, domenica 29 dicembre alle 11.00 al Museo Carlo Bilotti con musiche di Beethoven, Martucci, Franck.

Oltre alla musica, le festività nei Musei Civici saranno anche all’insegna di una ricca proposta didattica con il programma di visite e laboratori di Museiingioco Kids dedicati a bambini e ragazzi di ogni età, che potranno scegliere tra le tante attività divertenti e formative organizzate per conoscere la storia delle collezioni museali, in modo inusuale e giocoso.

Si va dalla speciale tombola a tema allestita al Museo di Casal de’ Pazzi con animali, piante e uomini del Pleistocene (sabato 21 dicembre alle 11.30 e 4 gennaio alle 17), agli affascinanti spettacoli astronomici con lo stravagante Dottor Stellarium di Gabriele Catanzaro e a cura degli astronomi del Planetario di Roma ospitato nel Museo Civico di Zoologia (21, 26, 27, 29, 31 dicembre e 4 gennaio alle ore 12; sabato 21 dicembre e domenica 29 dicembre anche alle ore 16.30).

Al Museo Carlo Bilotti, domenica 22 dicembre alle ore 16 e alle 17, adulti e bambini potranno cimentarsi nella tecnica dello stencil per stampare personali carte da regalo decorate.

Nella giornata di venerdì 27 dicembre alle ore 10.45 al Museo di Roma in Palazzo Braschi, i bambini potranno immedesimarsi in alcuni dei personaggi dipinti nelle opere del museo per un originale storytelling; oppure alle ore 11 ai Mercati di Traiano potranno ascoltare la storia dei Fori Imperiali rivivendo poi il racconto con lo speciale gioco di carte Memory; o ancora alle ore 11.30 andare alla ricerca nel Museo di Roma in Trastevere di vedute, dettagli e parole davanti alle opere delle collezioni museali.

Al Museo Napoleonico si potrà andare alla scoperta di oggetti misteriosi appartenuti alla famiglia Bonaparte-Primoli (venerdì 27 dicembre alle ore 16) e giocare a un divertente “Memory Napoleonico” (venerdì 3 gennaio alle ore 16).

Sabato 28 dicembre dalle ore 9 alle 19 nei Musei di Villa Torlonia si potrà partecipare ad una caccia al tesoro nel Museo e Archivio della Scuola Romana al Casino Nobile, e alle ore 17 incontrare l’orafa e scultrice Paola Ranfi che illustrerà le sue creazioni presenti nella mostra “Gioiello Intimo colloquio” allestita nella Casina delle Civette. I bambini potranno apprezzare le opere-gioiello realizzate da Paola Ranfi anche nel corso della visita in programma venerdì 3 gennaio alle ore 17.

Divertenti gli appuntamenti proposti ai Musei Capitolini con un percorso nella storia e nell’arte delle sue collezioni attraverso le narrazioni mitologiche raffigurate nelle opere di artisti antichi e moderni (domenica 29 dicembre e 5 gennaio alle ore 10.30).

Al Museo Civico di Zoologia il laboratorio di Scienza divertente: scienziati sotto zero guiderà i bambini ad individuare gli animali che vivono fra i ghiacci (sabato 28 dicembre alle ore 15.30 e alle 16) mentre l’esplorazione di Museogame “Zoochristmas Game” li condurrà alla scoperta degli animali che Babbo Natale potrebbe incontrare nel fantastico viaggio dalla sua terra madre al nostro paese (domenica 29 dicembre alle ore 15.30, 16.30 e 17.30). Sabato 4 gennaio alle ore 15.30, 16.30 e 17.30, il piacevole appuntamento per bambini, genitori, nonni e zii alla scoperta degli animali del Museo per ornare e decorare una stravagante calza della Befana. Domenica 5 gennaio alle 10.30 con Scienza in famiglia. Racconti dei ghiacci si conosceranno le storie degli incredibili animali che vivono in ambiente freddo, come gufi, pinguini e orsi polari, e dalle ore 15 alle 18 con ScienzaOfficina: microscopica vita si intraprenderà un affascinante viaggio nell’universo scientifico. Durante le festività nel Museo vengono proposti anche i Campus scientifici Invernali (23, 27, 30 dicembre e 2-3 gennaio) fruibili per mezza giornata (ore 8.30-12.30 o 13.30-17) o per l’intera giornata (8.30-17): bambini e ragazzi vestiranno i panni di paleontologi, biologi marini e zoologi per sperimentare il loro lavoro in modo originale e appassionante.

Venerdì 3 gennaio alle ore 11 il Museo dell’Ara Pacis proporrà un simpatico gioco con prove di abilità ed enigmi, che da Enea condurrà ad Augusto, mentre alle ore 16.30 alla Galleria d’Arte Moderna di via Crispi, bambini e adulti potranno sbizzarrirsi scegliendo, tra le opere esposte, quelle che considerano più “belle” o più “brutte” motivando la loro scelta. Infine un’originale caccia al tesoro è proposta domenica 5 gennaio alle ore 10.30 al Museo delle Mura dove è in corso anche la mostra “Ra-ta-ta-ta, bang-bang, si gioca” sui giocattoli antichi della collezione capitolina.

L’offerta didattica per i bambini è completamente gratuita, mentre l’ingresso ai Musei che ospitano le diverse attività è a pagamento, ove previsto, secondo la tariffazione vigente oppure a ingresso gratuito con la MIC. Rimangono a pagamento i Campus scientifici invernali al Museo Civico di Zoologia.

 

Domenica 5 gennaio 2020, in occasione della prima domenica del mese, ingresso gratuito per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana in tutti i Musei Civici e per le mostre in corso, tranne le mostre C’era una volta Sergio Leone, al Museo dell’Ara Pacis, e Canova. Eterna bellezza al Museo di Roma Palazzo Braschi.

L’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, per l’ultimo appuntamento del 2019 sabato 21 e domenica 22 alle 20.30 in Sala Santa Cecilia all’Auditorium Parco della Musica, propone Ezio Bosso che ritorna sul podio dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia per dirigere due delle sinfonie più conosciute del genio di Bonn: la Sinfonia n. 5 e la Sinfonia n. 7, che faranno da preludio alle celebrazioni nel 2020 per i 250 anni dalla nascita del compositore. Domenica 22, inoltre, alle 12 in Sala Petrassi, Auditorium Parco della Musica, l’attrice Simona Marchini sarà protagonista, insieme a  Paolo Restani al pianoforte, dell’ultimo appuntamento del 2019 con i Family Concert con lo spettacolo Croce e delizia…signora mia!.  Simona Marchini, innamorata dell’Opera sin da bambina, racconta, con questo spettacolo, tre storie appassionanti della cosiddetta trilogia popolare di Giuseppe Verdi composta da Traviata, Rigoletto e Trovatore.

Al Teatro dell’Opera venerdì 20 alle 20 e sabato 21 alle 18 sarà ancora possibile assistere alla Tosca, così come Puccini stesso la vide alla prima assoluta, proprio sul palcoscenico del Costanzi il 14 gennaio del 1900. Questa edizione diretta dal maestro Pier Giorgio Morandi, la regia originale ricostruita da Alessandro Talevi è ripresa da Arianna Salzano, le scene e i costumi, ricostruiti sui bozzetti e sui figurini di Adolf Hohenstein, rispettivamente da Carlo Savi e Anna Biagiotti e le luci di Vinicio Cheli. Il Coro e la Scuola di Canto Corale dell’Opera di Roma, che partecipa all’allestimento, sono diretti dal maestro Roberto Gabbiani. Domenica 22, invece,  alle 16.30 Les vêpres siciliennes di Giuseppe Verdi, ultima recita dell’opera inaugurale della stagione lirica 2019-2020. Direttore d’orchestra il Maestro Daniele Gatti, la regia del nuovo allestimento è di Valentina Carrasco, la scenografia di Richard Peduzzi, le luci di Peter van Praet e i costumi di Luis F. Carvalho. Le coreografie del balletto “Le quattro stagioni” sono di Valentina Carrasco e Massimiliano Volpini. Il Coro del Teatro dell’Opera di Roma è diretto dal Maestro Roberto Gabbiani e in scena anche il Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma diretto da Eleonora Abbagnato. Martedì 31 dicembre alle 18, con repliche fino all’8 gennaio 2020, Il Lago dei Cigni balletto in un prologo e 4 atti, con musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij  e la coreografia di Benjamin Pech.

Al Teatro Argentina fino al 5 gennaio il capolavoro eduardiano La grande magia, che il regista catalano Lluís Pasqual porta in scena con ingegno e coraggiosa fantasia per affrontare la strepitosa opera di Eduardo sul rapporto tra realtà, vita e illusioni. Una lezione di verità in cui la risata indulgente sui vizi e i difetti dell’umanità si trasforma in una caustica denuncia dei miserevoli comportamenti umani e delle loro conseguenze. Sul palco il «giuoco eterno» della tragedia della vita, con le sue atroci, brillanti e feroci illusioni. Ma non solo spettacolo, anche momenti di gioco e partecipazione attiva che, lunedì 23  dalle 19 alle 22, apre il palcoscenico e tutti i suoi spazi ai cittadini con FACCIAMO IL TEATRO – Scene su Hamlet e per Hamlet. Un Atelier per festeggiare la fine di un anno e l’inizio di una nuova stagione di teatro insieme al direttore Giorgio Barberio Corsetti e agli artisti di Oceano. Un’occasione eccezionale per attraversare anche i luoghi più segreti dell’Argentina e condividere un’esperienza di immaginazione e creazione con 6 diversi curatori, tra artisti e compagnie, registi e danzatori, e una traccia comune, Hamlet. Hamlet a Roma. Hamlet per Roma, con l’indicazione di portare un libro da scambiare con i partecipanti e gli artisti (prenotazione alla mail atelier@teatrodiroma.net). Super Natale anche per il pubblico dei piccoli e delle famiglie con le immancabili proposte del Teatro per le nuove generazioni – la Stagione variegata e dal respiro internazionale dedicata al pubblico giovane – a partire da Voce parole, rassegna di teatro di narrazione curata dal teatrodelleapparizioni. Un programma di spettacoli e un laboratorio nella Sala Squarzina per interrogarsi su cosa significhi raccontare e ascoltare, tra fiabe classiche e nuove invenzioni: si inizia giovedì 26 e venerdì 27, proseguendo poi venerdì 3 e domenica 5 gennaio con Fiabe da tavolo, di e con Fabrizio Pallara, sei fiabe viaggiano in sei valigie e due alla volta, in ogni incontro, verranno evocate con oggetti, suoni, racconti e immaginazioni (dai 4 anni). Sabato 28 dicembre Mattia e il nonno, di Roberto Piumini per la regia di Tonio De Nitto con Ippolito Chiarello, in scena il piccolo e il grande camminano insieme guardando il mondo e giocando con regole d’amore (dagli 8 anni); domenica 29 HOMEsweetHOME di e con Roberto Capaldo, storia di uno scoiattolo che dopo il lungo letargo decide di mettersi in cammino alla ricerca “della casa giusta” (dai 3 anni); sabato 4 gennaio 2020 Amore e Psiche di e con Daria Paoletta, che racconta un amore ostacolato dalla diversità dei due amati, il Dio Amore e la mortale Psiche (dagli 11 anni); ed infine venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 dalle 15 alle 17 Narrare racconti e invenzioni, in un laboratorio tra le generazioni a cura del teatrodelleapparizioni per adulti accompagnatori e bambini (dai 6 ai 10 anni con prenotazione obbligatoria atelier@teatrodiroma.net).

Al Palazzo delle Esposizioni sono attualmente in corso e saranno pertanto visitabili le mostre: Sublimi Anatomie, una mostra sulla rivelazione del sublime nel corpo umano a cura di Andrea Carlino, Philippe Comar, Anna Luppi, Vincenzo Napolano e Laura Perrone. Una storia secolare e spettacolare dell’osservazione del corpo che coinvolge in primo luogo i sensi ma anche strumenti e tecnologie. L’esposizione presenta opere, manufatti e documenti di straordinaria importanza storica che, tra arte e scienza, raccontano l’evoluzione dell’anatomia umana in dialogo serrato con la ricerca artistica contemporanea sulla materialità del corpo. Nell’ambito della mostra  grande centralità è data anche al gesto e al movimento del corpo grazie ad un programma ricco di performance, conferenze e lezioni di disegno dal vero. Sabato 4 gennaio 2020 alle 16.00 Brendan Fernandes (1979, Nairobi, Kenya) – per la prima volta in Italia – porterà a Palazzo delle Esposizioni la performance Art By Snapchat prodotta nel 2016 in collaborazione con il Museo of Modern Art di New York. Artista canadese riconosciuto a livello internazionale che lavora all’incrocio tra danza e arti visive, le sue opere sono state esposte tra gli altri, al Guggenheim, Whitney Biennial, Smithsonian American Art Museum, MCA Chicago, i suoi progetti interrogano le questioni di genere, di razza, migrazione, movimenti sociali. La meccanica dei mostri. Da Carlo Rambaldi a Makinarium, la spettacolare rassegna allestita al secondo piano di Palazzo delle Esposizioni a cura di Claudio Libero Pisano. In mostra le incredibili creature del genio ferrarese riconosciute e amate al punto che molti film si sono identificati con esse: E.T., King Kong, Alien, solo per citarne alcuni. Attraverso materiali provenienti dall’archivio privato di Rambaldi, la mostra costruisce un percorso in grado di tracciare la storia del cinema italiano e internazionale dagli anni Sessanta ai nostri giorni. Al Piano Zero, nella Sala Fontana, è in corso l’esposizione Katy Couprie. Dizionario folle del corpo a cura del Laboratorio d’arte. La mostra si ispira al celebre libro dell’artista francese (Editions Thierry Magnier, 2012). Un vocabolario visivo che racconta il corpo umano in tutti i suoi aspetti mescolando l’anatomia con la poesia, le azioni con le emozioni, i modi di dire con le citazioni letterarie. Completa l’offerta espositiva Tecniche d’evasione. Strategie sovversive e derisione del potere nell’avanguardia ungherese degli anni ’60 e ’70 a cura di Giuseppe Garrera, József Készman, Viktória Popovics e Sebastiano Triulzi. Sono esposte opere e documenti, in molti casi inediti, relativi all’attività di un gruppo di artisti dissidenti ungheresi, risalenti agli anni Sessanta e Settanta, raccolti e messi in salvo dal Museo Ludwig di Budapest. Nel periodo natalizio sono inoltre previste iniziative dedicate ai bambini e alle famiglie. Domenica 22 e poi ancora domenica 5 gennaio alle 16.00 in occasione della mostra La meccanica dei mostri. Da Carlo Rambaldi a Makinarium il Laboratorio d’arte propone Alla scoperta di Rambaldi una visita alla mostra dedicata ai bambini dai 7 agli 11 anni per scoprire cosa si nasconde dietro le quinte del cinema e della sua storia. Domenica 29 alle 11 in occasione della mostra Sublimi Anatomie il Laboratorio d’arte di Palazzo delle Esposizioni propone Follie dei corpi una visita e laboratorio per famiglie con bambini dai 7 agli 11 anni, un viaggio alla scoperta del corpo umano e dei modi con cui, nel tempo, è stato osservato e rappresentato. Ancora domenica 29 alle 16.00 in occasione della mostra Antonella Abbatiello Case nei libri, case fra i libri si terrà il laboratorio Da casa nasce casa, una grande illustratrice per costruire insieme una colorata installazione collettiva, casa dopo casa. Anche il MACRO Asilo di via Nizza durante il periodo natalizio rimarrà aperto offrendo una serie di conferenze, performance e istallazioni, il programma completo sul sito web del Macro Asilo: www.museomacro.it.

Il Mattatoio di Testaccio sarà chiuso nei giorni di mercoledì 25, giovedì 26 e martedì 31 dicembre 2019 e nel giorno mercoledì 1° gennaio 2020, l’apertura e il servizio riprenderà il giorno giovedì 2 gennaio 2020. La programmazione riprenderà lunedì 6 gennaio con il Roma Fringe Festival che porta al Mattatoio spettacoli dal vivo della scena indipendente contemporanea.

All’Auditorium Parco della Musica cartellone ricco di appuntamenti, venerdì 20 nel Teatro Studio Gianni Borgna alle 21 sarà la volta di Tonino Battista che accompagnato dal PMCE Parco della Musica Ensemble proporrà al pubblico una prima esecuzione assoluta di alcune delle più recenti composizioni di Kevin Volans. In sala Sinopoli ancora sabato 21 alle 21 si cambia genere con il progetto Pink Sonic, uno spettacolo che farà rivivere le emozioni e l’energia dei concerti live dei Pink Floyd. Domenica 22 l’apertura della rassegna, che proseguirà fino al 31 dicembre, del Roma Gospel Festival affidata al Chicago Mass Choir. In Sala Santa Cecilia giovedì 26 alle 21 Alex Britti e Max Gazzè con Manu Katchè e Flavio Boltro saranno i protagonisti del concerto evento In missione per conto di Dio, e sempre giovedì in Sala Petrassi alle 21 il trio femminile delle cantautrici Grazia Di Michele, Mariella Nava e Rossana Casale, per la prima volta insieme sul palco dell’Auditorium. Non solo musica, ma anche lezioni di rock, jazz e storia, la mostra 1969 dedicata alla controcultura di quegli anni, l’esposizione di Sergio Lombardo e la divertente pista di ghiaccio aperta tutti i giorni dalle 10 alle 24. Sabato 28 alle 21 in Sala Santa Cecilia torna sul palco Fiorella Mannoia con il suo Personale Tour. Per festeggiare la notte dell’ultimo dell’anno, martedì 31  alle 21.30 in Sala santa Cecilia Gigi Proietti torna con il suo amatissimo spettacolo Cavalli di Battaglia. Il nuovo anno inizia in compagnia di Nicola Piovani con la musica è pericolosa sul palco mercoledì 1 e giovedì 2 gennaio 2020.  Domenica 5 e lunedì 6  gennaio 2020, in esclusiva per Natale all’Auditorium, l’Orchestra Popolare Italiana propone la ChiaraStella, un progetto originale di Ambrogio Sparagna, giunto alla sua tredicesima edizione, che  anche quest’anno  raccoglie l’invito della Caritas Diocesana di Roma per la campagna di solidarietà  dal titolo significativo Come in Cielo così in Strada.

Alla Casa del Jazz settimana molto intensa con gli appuntamenti di Jazz Campus, dalla musica d’insieme di Fabio Zeppetella alle prove aperte della Big Band del Conservatorio di Santa Cecilia, e con i concerti venerdì 20 alle 21 di Nico Morelli che avrà tra gli ospiti Barbara Eramo e sabato 21 il duo Centazzo – Schiaffini. Venerdì 27 Mario Corvini Santa Cecilia Jazz Ensemble presenterà Omaggio a Bill Evans, sabato 28  Filippo La Porta e Marcello Rosa si esibiranno con la loro Arte Sincopata, voci per un dizionario di Jazz e Letteratura, domenica 29 in concerto Allulli e Ceccarelli.  Venerdì 3  sarà la volta di Gabriele Cohen Trio e sabato 4 Riccardo Fassi in Analog Trio,  si conclude con la voce femminile di Silvia Manco domenica 5 con il suo nuovo progetto discografico originale dedicato a Blossom Dearie, la più europea delle pianiste/vocalist americane.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti