Il Colosseo rischia di sgretolarsi a causa dello smog

Legambiente consegna 6400 firme per pedonalizzare l'area dei Fori Imperiali.Finora nessuna delibera dal Comune di Roma per tutelare l'Anfiteatro dal traffico
di Serenella Napolitano - 3 Gennaio 2013

Sono passati ormai otto mesi da quando la Soprintenza ai beni archeologici di Roma ha lanciato l’allarme per denunciare lo stato di pericolo del Colosseo nell’ora di punta causato dallo scorrere incessante di veicoli e autobus. L’antico e più rappresentativo gioiello romano, minacciato da auto e, colmo dei colmi anche da camion, rischia di perdere tutto il suo pregiato colore e la sua staticità architettonica. Inoltre a causa del forte inquinamento anche i nuovi restauri potrebbero risultare vani.

La situazione, così come evidenziato dalla stessa Soprintendenza, risulta ancor più peggiorata con l’apertura del cantiere della metro C, che ricordiamo, è un cantiere aperto ben sette anni fa.

A raccogliere l’allarme dela Soprintendenza nel maggio 2012, era stata Legambiente, che in una nota aveva dichiarato: "Il traffico lungo via dei Fori Imperiali è già devastante di suo, col cantiere della metro C autobus e automobili si avvicineranno troppo al Colosseo, che rischia di farne le spese in modo inaccettabile. Siamo al ridicolo, forse il Comune vorrebbe far passare le auto attraverso il monumento o farci un bel Pup dentro?”

A distanza di mesi la situazione sembra assolutamente la stessa a tal punto che Legambiente torna a farsi sentire: "L’allarme della Soprintendenza è serissimo e va ascoltato, è assurdo che il Comune proponga di gestire sette anni di cantiere della Metro C senza togliere le auto da via dei Fori Imperiali, i danni per il turismo sono certi e non ce li possiamo proprio permettere, senza contare che il Colosseo si va sgretolando sotto l’attacco delle polveri e delle vibrazioni di migliaia di macchine, pullman, persino camion su quella strada -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Legambiente ha consegnato due mesi fa, seimilaquattrocento firme dei romani per una delibera popolare per pedonalizzare l’intera area, è ora che il Comune la metta all’ordine del giorno e ne tenga conto. Nelle ore di punta del mattino su Via dei Fori Imperiali transita un flusso di ben 3.400 veicoli all’ora, con un rumore assordante di 95,2 decibel e le vibrazioni che ne conseguono. Il Colosseo ha circa tremila lesioni costantemente monitorate, serve una risposta immediata, è indispensabile intervenire in modo profondo e definitivo con la pedonalizzazione dei Fori, altrimenti il monumento continuerà ad annerirsi e il rischio dei cedimenti non si fermerà e anche il fondamentale restauro rischierà di vedere vanificati i suoi effetti." 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti