Il miraggio del bus 313 sulla Prenestina Bis e nella Zona Commerciale

Il 17 febbraio saranno passati inutilmente tre anni esatti dalla prima Risoluzione approvata dal Consiglio municipale
Alessandro Moriconi - 6 Febbraio 2020

Quella di portare il trasporto pubblico sulla Prenestina bis al fine di agevolare quanti vorrebbero recarsi all’oasi del Parco della Mistica e alle sue attività  o alle aziende commerciali come il Centro Commerciale Gran Roma, Bricoman, Pratiko o all’Hotel Hampton By Hilton è una storia che incredibilmente è ferma ancora al palo.

Non sono bastate numerose sedute della commissione LL.PP. e l’impegno dello stesso presidente Christian Belluzzo, poi tre sedute di Consiglio municipale, l’approvazione all’unanimità di due risoluzioni e una delibera con un solo voto contrario.

Non è bastato neppure uno studio di fattibilità sulla deviazione del 313, come detto, già approvato dal Consiglio municipale e il sostegno alla richiesta da parte delle OO.SS. che vedrebbero in questa opzione un venire incontro alle esigenze dei lavoratori.

Fresco Market
Fresco Market

Uno degli ostacola sembrava essere il collaudo non effettuato della Prenestina bis, ma con la risposta del 7 novembre 2018 il Dipartimento Patrimonio comunicava la presa in carico della strada e la presa in consegna da parte del SIMU Direzione Manutenzione Strade.

Caduta anche questa scusante, rimane a dir poco un mistero il fatto che il Municipio V non riesca a concordare con Atac la realizzazione di questo importante servizio pubblico da realizzare con una semplice deviazione di percorso su una linea già esistente.

Intanto il 17 febbraio saranno passati inutilmente tre anni esatti dalla prima Risoluzione approvata dal Consiglio municipale: un tempo che, senza polemica alcuna, definiremmo già più che abbondante.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti