Il parco dimenticato di Torre Angela: l’ex Parco Conti

Erba alta, bottiglie e rifiuti di ogni genere, atti indecorosi nelle ore notturne
Vania Garzillo - 21 Maggio 2018

Torre Angela erbacce nell'ex Parco ContiUn parco abbandonato: regno del bivacco per clochard e persone che vivono di espedienti, nervo scoperto per i cittadini che nel tempo libero portano a spasso i propri amici a quattro zampe. È la triste sorte dell’ex Parco Conti, a Torre Angela (VI municipio).

Dedicato alla memoria del piccolo Alessandro Conti – il bambino investito nel 1999 da un pirata della strada nei pressi di via Artusi – l’area verde è stata realizzata dal Comune di Roma, tra il 2003 e il 2004, con la collaborazione degli abitanti della zona, per dotare il quartiere di un luogo qualificato dove socializzare e trascorrere piacevolmente il tempo libero.

Il parco doveva diventare un luogo d’aggregazione sociale per far crescere nei cittadini il senso d’appartenenza al quartiere e garantire la sicurezza per i numerosi bambini.

Molto rapidamente, invece, l’area si è trasformata in uno spazio dimenticato e degradato. Considerato lo stato di abbandono, la famiglia ha richiesto che il nome del proprio caro venisse tolto e da parco Conti è diventato “Parco della Fattoria”.

Erbaccia alta, bottiglie e rifiuti di ogni genere, atti indecorosi nelle ore notturne, la situazione è ormai fuori controllo alimentando le lamentele e le segnalazioni da parte dei residenti che sostengono: “Vorremmo che questo spazio venisse restituito al quartiere e che i bambini di Torre Angela potessero tornare a giocare in maniera sicura e tranquilla”. E sono proprio i residenti gli unici a fare qualcosa per questa area dedicando del loro tempo libero a manutenere la piazza quel minimo che dei volontari posso fare con le proprie forze.

Il parco di sera non viene chiuso da mesi, pertanto anche la sicurezza è a rischio e questo desta molta preoccupazione.

Torre Angela rifiuti abbandonatiMa non è solo il parco ad essere caduto in questo stato di abbandono e degrado. Attraversando il quartiere di Torre Angela ci si accorge, molto facilmente, dei rifiuti lasciati lungo strade isolate e dei cumuli di spazzatura non raccolti da settimane (anche di quelli della raccolta differenziata, come in via Rosaspina). E questo si verifica già da molto tempo, infatti a metà novembre 2016 fu presentata al Sindaco e al Presidente del VI Municipio una raccolta firme (provocatoria) con la petizione per il ripristino della raccolta stradale differenziata dei rifiuti urbani a Torre Angela sottoscritta da 256 firmatari, ma a nulla è servito perchè a metà 2018 le cose continuano a non funzionare.

Purtroppo, le periferie di Roma continuano a soffrire di una politica di abbandono; luoghi dove si concentrano, oltre alle difficoltà di amministrazione di una metropoli, le conseguenze di una gestione malandata e sciatta.

Adotta Abitare A

Commenti

  Commenti: 2


  1. Quando il parco Conti fu inaugurato veniva gestito da una cooperativa che curava il giardino apriva e chiudeva poi venne abbandonato dopo che noi cittadini abbiamo chiamato la televisione e fatto casino venne dato in gestione ad un altra persona tutto andava bene noi eravamo contenti aveva aperto un bar messo il servizio igienico tutto andava bene il parco veniva curato era sempre pulito poi a qualcuno è venuto in mente di mandarlo via e così è ridotto una discarica


  2. Ho mandato non so quante mail con foto al comune. Sono tre anni che scrivo per il parco Conti. Nessuna risposta, vergogna!

Commenti