La Rustica: manutenzione straordinaria palazzina comunale ferma dal 2002

E una famiglia deve vivere in un appartamento con umidità e caduta di intonaci
Alessandro Moriconi - 22 settembre 2018

Un’intera famiglia residente in un alloggio di proprietà Comunale, in via Dameta 26 a La Rustica, è costretta a vivere fin dal 2002 tra umidità e caduta di intonaci dai soffitti a causa delle infiltrazioni dal lastrico solare non completato, nonostante un appalto di manutenzione straordinaria degli inizi degli anni 2000 e che non è stato portato a termine proprio nell’ultima palazzina del complesso di edilizia popolare di proprietà del Comune di Roma.

Qui la famiglia della signora Isabella Marafino, invalida civile, due bambini con problemi di salute e l’anziano papà di 86 anni, invalido e con seri problemi respiratori, è costretta a vivere (si fa per dire) tra pareti bagnate, muffe e intonaco che si sbriciola dai soffitti dell’alloggio situato al 5° piano è proprio sotto il terrazzo “abbandonato“ dall’impresa aggiudicataria dell’appalto.

A vuoto le richiesta all’ex Municipio VII e all’attuale V

Ovviamente all’inizio l’enorme quantità di materiali lasciati, le mattonelle rimosse e la guaina d’ascolto a vista non hanno dato particolari problemi, ma nonostante questo la signora Marafino ha iniziato a tempestare i Municipi, prima VII e oggi V, di richieste di un intervento risolutivo. Richieste che negli anni hanno prodotto solo diversi sopralluoghi di tecnici che misuravano e fotografavano, senza però che da questo scaturisse alcunché. Ultimamente c’è stato sulla situazione anche l’interessamento di un consigliere di maggioranza che ha portato il problema all’attenzione dell’assessore ai LL.PP. Paola Perfetti, la cui risposta pur comprendendo la situazione è stata “non abbiamo un euro”.

Una risposta che la signora Marafino ha ritenuto – dopo ben sedici anni di attesa! – inaccettabile.

Su sollecitazione della signora siamo andati a vedere e a documentare una situazione che ha dell’incredibile.

Ecco cosa abbiamo trovato sul terrazzo di via Dameta 26

Pavimentazione in parte rimossa e materiali, sabbia compresa, messi tra l’altro pericolosamente al centro, cosa che sta creando ulteriori problemi.

La manutenzione degli alloggi di proprietà Comunale spetta ai Municipi e far passare sedici anni per dare una risposta nasconde serie responsabilità politiche e tecniche.  A meno che il Municipio non ci dica che in questi sedici anni non ha fatto nessun intervento di manutenzione sugli immobili di proprietà Comunale… Altrimenti alla signora Marafino qualcuno prima o poi una risposta l’avrebbe dovuta dare, o no?


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti