Iraq, Libano e guerre future: ne parla Pellegrini, inviato storico del Gr1

Il convegno venerdì 7 novembre 2008 al Lungotevere de Cenci 5
di Claudia Tifi - 4 Novembre 2008

Ferdinando Pellegrini, inviato storico del GR-RAI in Medio Oriente, spiega “dall’interno” i meccanismi della propaganda di guerra del secolo XXI. Si terrà venerdì 7 novembre 2008 alle 17 nella “Sala blu” del Comune di Roma, Lungotevere de Cenci 5, il convegno “Le armi di distruzione di massa di Saddam e la demonizzazione di Hezbollah: due disinformazioni "perfette" per due tragiche guerre”.

La propaganda mass-mediatica apre la strada a guerre vere pagate da milioni di vittime innocenti e invisibili: nel 2003 la guerra contro l’Iraq e nel 2006 quella contro il Libano sono le possibili tappe intermedie di un piano di conflitti bellici che nelle intenzioni dei suoi promotori potrebbe estendersi alla Siria e all’Iran.

Ferdinando Pellegrini, storico inviato di guerra e docente del master Enrico Mattei in Vicino e Medio Oriente, spiegherà anche il contesto sociologico: all’occultamento e al travisamento storico che crea il nostro passato, oggigiorno si affianca quello giornalistico dove eventi selezionati e manipolati plasmano il nostro futuro.

 Per informazioni e contatti: www.mastermatteimedioriente.it; info@mastermatteimedioriente.it; 3397635229; 3371520283.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti